Sparatoria in una scuola del Michigan: 3 studenti uccisi e 8 feriti

Ad aprire il fuoco uno studente di 15 anni che poi è stato arrestato

Il bilancio di una sparatoria avvenuta in una scuola superiore del Michigan, negli Stati Uniti è pesante. Tre morti e otto persone rimaste ferite. Ad aprire il fuoco un giovane di 15 anni che poi è stato arrestato.

Il teatro della tragedia è la Oxford High School di Oxford in un sobborgo a nord di Detroit. Qui intorno alle 13 ora locale è scattato l’allarme con numerose telefonate di aiuto giunte al numero di emergenza americano 911.

Nel giro di pochi minuti gli agenti hanno circondato la scuola ma il ragazzo aveva già sparato circa 15-20 colpi con una pistola semiautomatica Sig Sauer da 9 mm acquistata dal padre soltanto venerdì scorso non si sa per quale motivazione.

Morti tre giovani studenti

I morti sono un giovane di 16 anni e due ragazze di 14 e 17 anni. Otto persone sono rimaste ferite e trasportate negli ospedali vicini. Due di loro sono stati sottoposti ad intervento chirurgico e le loro condizioni sarebbero serie, mentre i restanti sei sono in condizioni stabili con diverse ferite d’arma da fuoco. L’unico adulto coinvolto nella sparatoria, un insegnante di 47 anni, è stato dimesso dall’ospedale, dove era stato portato con ferite lievi.

Arrestato un 15enne

L’autore del gesto, un ragazzo di 15 anni che frequenta il secondo anno, è stato arrestato dagli agenti che lo hanno bloccato sottraendogli la pistola e non opponendo resistenza. Ancora ignoto il motivo di tale gesto eclatante.

Al momento si ritiene che il giovane abbia agito da solo ma resta da chiarire se si è trattato di un atto mirato contro qualcuno o di un gesto folle senza nessuno nel mirino. La scuola, posta subito in lockdown non appena scattato l’allarme, ha ora riaperto consentendo agli studenti di ricongiungersi con i genitori.

«Non ha opposto alcuna resistenza quando è stato fermato» - ha detto lo sceriffo annunciando anche che il sospettato aveva fatto pratica con l’arma nei giorni scorsi postando fotografie dell’obiettivo e dell’arma sui social.

Il cordoglio di Biden

Il presidente degli Stati Uniti ha voluto esprimere il proprio cordoglio per quello che è avvenuto nel Michigan. «Un’intera comunità deve essere in stato di shock in questo momento» - ha detto.

«Il mio cuore va alle famiglie delle vittime che stanno sopportando il dolore inimmaginabile di perdere un proprio caro» - le sue parole dette nel corso della sua visita in Minnesota, come riportano i media americani.