Autore: B.A

Sondaggi

Sondaggio politico: Il Pd ormai in scia della Lega, che scende sotto il 25%

Solo 2 punti percentuali dietro, il Pd e la Lega ormai molto vicine, il calo di Salvini per Ixè è impressionante.

Un sondaggio di Ixé per la trasmissione Cartabianca conferma il fatto che la Lega è ormai in caduta libera per quanto riguarda il consenso degli italiani. Da settimane ormai il trend per molti sondaggisti è questo, con il PD stabile intorno al 23% e la Lega che scende sempre di più, cioè sotto il 25%. La rilevazione dell’Atlante politico di Demos, pubblicato domenica scorsa su «Repubblica» mette in evidenza questa caduta libera di Salvini e carroccio, che dalle scorse Europee, hanno perso 10 punti percentuali.

Pd e Lega vicinissime come mai prima

Secondo quanto riporta «Repubblica», la Lega oggi è scesa sotto il 25%, perdendo un ulteriore 0,7 rispetto ad una settimana fa, quando si assestava al 25,6%. Il Pd è stabile al 22,9% e così, tra i due maggiori partiti italiani, la differenza è di soli 2 punti percentuali (la Lega è al 24,9%). Se pensiamo che alle Europee Salvini incassò il 34,3%, il calo è davvero importante. In ascesa invece, restando al centrodestra è Fratelli d’Italia, che sale ormai vicino a quota 14%. Infatti Meloni e i suoi sono al 13,8%, quasi 2 punti percentuali in più rispetto alla settimana precedente che li dava al 12%. Secondo Repubblica Fratelli d’Italia prende una parte di quell’elettorato perduto dalla Lega. Berlusconi dopo diverse settimane di crescita costante, che lo aveva portato a ridosso dellì8% (il 7,9 con precisione), scende a 7,2%. Tutto il centrodestra, come coalizione, sembra in leggera flessione, soprattutto per via del calo leghista, basti pensare che poche settimane fa, Lega, FDI e FI sfioravano la maggioranza assoluta.

Cosa succede a sinistra

Nello centrosinistra o nella sinistra vera e propria invece, flessione per la Sinistra che scende dal 3,2 al 2,8%. Renzi e la sua Italia Viva invece cala dal 2,9 al 2,6%. E scende pure Azione, il nuovo soggetto politico dell’ex Ministro Carlo Calenda. Per Azione, discesa dal 2,3 al 2%. Sale dal 2 al 2,1% Emma Bonino e il suo +Europa . Per quanto riguarda la popolarità dei leader, Giuseppe Conte passa dal 60 al 59% di gradimento. Dietro, ma secondo «Repubblica», nettamente staccata, Giorgia Meloni al 35%. Matteo Salvini resta fermo al 31%, cosi come stabili restano Zingaretti al 28% e Luigi Di Maio al 26%. Silvio Berlusconi perde due punti, dal 24 al 22% e Matteo Renzi scende dal 12 all’11%.

Infine, dato davvero importante è la fiducia degli italiani verso il governo Conte, che si assesta al 58%. E secondo il 36% degli italiani, questo governo potrebbe durare a lungo, finendo la legislatura. Sondaggi quindi che sembrano sottolineare che gli italiani stanno andando verso il centrosinistra, con l’onda dei sovranisti e del centrodestra che sta tramontando in queste lunghe settimane di coronavirus.