Silvio Berlusconi: «Forza Italia non entrerà nel Governo ma offriamo la nostra collaborazione»

Silvio Berlusconi: «Forza Italia non entrerà nel Governo ma offriamo la nostra collaborazione»

L’ex premier ha rilasciato un’intervista al Giornale riguardo le recenti attività di Governo

Con molta probabilità, secondo Silvio Berlusconi, questo Governo non cadrà. L’ex premier ha confermato che il suo partito è disposto a collaborare ma non intende entrare a far parte dell’esecutivo: «Noi abbiamo offerto la nostra collaborazione senza condizioni e senza voler essere in alcun modo coinvolti nell’attività di governo».

Crisi di Governo, le parole del leader di Forza Italia

Secondo Silvio Berlusconi la spaccatura all’interno della maggioranza sul Recovery fund, non farà cadere il Governo ma la cosa più probabile «mi sembra un altro esecutivo nell’ambito della stessa maggioranza».

«Ovviamente non ne sono contento, la sinistra è portatrice di valori e programmi incompatibili con i nostri. Questa volta sono io a dire ‘fate presto’, come nel 2021 gridava qualche titolo di giornale, ansioso di sostituire il nostro governo, l’ultimo fino a oggi scelto dagli italiani alle urne», ha spiegato il leader di Forza Italia.

«Trovo francamente avvilente che, mentre la pandemia miete vittime ogni giorno, l’economia è in ginocchio, il Paese bloccato, c’è una campagna vaccinale di proporzioni mai viste da organizzare, bisogna predisporre un piano credibile per l’utilizzo del Recovery Fund, la politica italiana sia concentrata su manovre parlamentari, tattiche di palazzo, discussioni interne ai partiti della maggioranza. Vergognosi giochi di palazzo», attacca.

Forza Italia disposta a collaborare con il Governo

L’ex premier nell’intervista ha spiegato di aver offerto la loro collaborazione senza nessuna condizione e senza voler essere in alcun modo coinvolti nelle attività di Governo. Per l’ex presidente del Consiglio la via d’uscita più consona sarebbe quella di ridare la parola agli italiani.

«Temo che l’emergenza Covid la renda problematica. Per andare al voto sarebbe necessario trovare un accordo fra i partiti. Temere le urne? sul risultato di Forza Italia sono tranquillo. Nei collegi il centrodestra è vincente quasi ovunque e Forza Italia è in crescita continua. Il nostro obbiettivo è tornare ad essere il partito-guida del centrodestra. Meloni e Salvini – prosegue – sono due politici di razza», ma «noi siamo il futuro, non solo un glorioso passato come qualcuno prova ad insinuare».

Sulle vicende accadute in Usa, specialmente sull’assalto a Capitol Hill avvenuto il 6 gennaio, Silvio Berlusconi ha dichiarato: «Posso solo ribadire che la destra di Trump non potrà mai essere la nostra destra, pur riconoscendo i successi di Trump in politica economica ed anche in alcuni settori della politica estera, come il Medio Oriente».