Serpente tra gli scaffali del supermercato: choc in Australia

Un pitone diamante lungo tre metri è emerso dagli scaffali in un supermercato di Sidney. Ma ci ha pensato un’addestratrice a risolvere la situazione.

A molti sarà capitato almeno un imprevisto al supermercato, nella vita. Ma quanto successo nelle scorse ore a Sidney, una delle più popolate città dell’Australia, ha davvero dell’inconsueto.

E’ ciò che potrebbe definirsi un episodio in una via di mezzo tra la pura fantasia e la trama di un film ad alta tensione. Ebbene, in un supermercato la 25enne Helaina Alati si è imbattuta in un pitone diamante lungo tre metri, che improvvisamente è sbucato fuori da uno scaffale nel reparto delle spezie.

La donna ha poi spiegato di essere stata osservata «dritta negli occhi», restando nei primi istanti semi impietrita in un misto di stupore e panico.

Serpente al supermercato: quando mantenere la calma fa la differenza

E’ vero che il supermercato Woolworths è situato ai confini di una grande distesa di boscaglia alla periferia nord-ovest della città, ma è pur vero che trovare un pitone tra gli scaffali è qualcosa di inverosimile. O almeno lo è in apparenza.

Ironia della sorte, Helaina è una soccorritrice della fauna selvatica e dunque ha una conoscenza approfondita del mondo degli animali, serpenti compresi: «Ho girato la testa e lui era a circa 20 cm dalla mia faccia» ha commentato intervistata dalla BBC.

La sensazione di stupore e panico è fortunatamente per lei, durata poco. Ha infatti prevalso l’esperienza e la capacità di gestire anche questo tipo di imprevisti.

Si è con prudenza allontanata dal pitone, riuscendo a trovare la calma nonostante la situazione. Essendo esperta di serpenti, ha notato subito che si trattava di un pitone diamante, ossia un esemplare non velenoso.

Un ingegnoso metodo per far uscire il pitone dal supermercato: ecco quale

Di fatto Helaina Alati è (anche) un’addestratrice di serpenti, avendo infatti completato almeno 20 salvataggi di serpenti in passato. Come dichiarato dalla ragazza alle fonti di informazione: "In un certo senso i serpenti gravitano intorno a me, come se forse percepissero solo che sono il tipo di persona che si prende cura e protegge gli animali. Ad essere onesti, è la cosa più eccitante che sia successa in un po’ di tempo dato il blocco. Tutto lo staff stava scattando foto".

La Alati, dopo aver filmato il serpente, ha avvertito il personale e si è proposta di aiutare il supermercato e far uscire l’animale. La donna ha prima recuperato una borsa di serpente presso la sua abitazione, e poi è tornata all’interno del supermercato. "Sfiorandogli i la coda, lui è semplicemente strisciato dentro", ha infatti dichiarato. Ora il pitone è tornato nel suo habitat naturale, dopo essere stato rilasciato nella boscaglia vicino a Sidney.

In verità nulla di incredibile, essendo questo tipo di serpente diffuso in Australia. Come raccontato dalla ragazza addestratrice, il pitone con tutta probabilità era riuscito ad intrufolarsi nel supermercato durante la notte, non riuscendo più a trovare la via di fuga.