Autore: Luca Macaluso

Alimentazione - Benessere

21
Feb 2020

Se mangio pasta mi gonfio? Ecco la risposta

La nostra amata pasta, alimento tipico della tradizione italiana, ricca di carboidrati che fa gonfiare lo stomaco, è vero o è un luogo comune?

La pasta resta uno degli alimenti principali delle diete mediterranee ed è un alimento che fa parte della tradizione italiana. La pasta è un prodotto a base di farina. Ne esistono di diversi tipi e di diverse forme, soprattutto quella secca. Molto diffusa in Italia anche la pasta fresca. In commercio da anni ormai esistono paste dietetiche o per chi ha problemi di salute o di allergie, come per esempio la pasta senza glutine adatta ai celiaci.

Un evento comune a molti consumatori di pasta è il gonfiore di pancia susseguente al pasto. Pancia dura, senso di pesantezza e gonfiore di stomaco sono effetti che molti consumatori di pasta rilevano dopo averla ingerita. Molto dipende anche da come si consuma, perché la pasta si sposa a moltissimi tipi di condimenti ed a molte varianti di cottura. Vediamo cosa dicono i nutrizionisti sulla correlazione tra pancia gonfia e pasta mangiata.

TI POTREBBE INTERESSARE: Attenzione alla farina: ecco cosa accade se non è di qualità

I valori nutrizionali della pasta

Le paste alimentari hanno un elevato contenuto di amido che arriva anche all’80%. La pasta è un ottimo alimento per il nostro organismo, anche se ha alcune carenze come quello di grassi o di vitamine, mentre al contrario è ricca di potassio. Per questo motivo i nutrizionisti consigliano di introdurre in un pasto che prevede la pasta, anche alimenti che apportano proteine e vitamine, cioè carni e verdure.

Va bene anche il pesce per l’apporto di acidi grassi come gli omega 3, oppure il formaggio per l’apporto di lipidi. Si tratta di sostanze che nella pasta non sono contenute e che servono per equilibrare l’alimentazione. La pasta inoltre è un alimento piuttosto calorico, se è vero che per 100 grammi di prodotto, ci sono circa 350 Kcal.

TI POTREBBE INTERESSARE: E’ vero che l’aglio abbassa la pressione? Ecco la risposta

Perché mi gonfia la pancia dopo aver mangiato pasta?

La pasta è ricca di carboidrati che altro non sono che zuccheri. Sono proprio i carboidrati a generare quel senso di gonfiore che è comune a molti consumatori di pasta. Infatti i carboidrati sono zuccheri complessi che il nostro corpo trasforma in zuccheri semplici tramite la digestione. Nella pasta è elevata la presenza di carboidrati, soprattutto quelli complessi, definiti così perché contengono amido. Il rigonfiore di stomaco deriva dal fatto che quando vengono ingeriti in quantità elevate, questi carboidrati ricchi di amido, arrivati nel colon vengono fermentati dalla flora batterica.

Questo processo trasforma gli amidi in gas che causano il gonfiore della pancia. Ecco perché il gonfiore di stomaco non sempre è associato a patologie e allergie come alcuni pensano. Naturalmente le condizioni di salute del consumatore sono molto importanti. Basti pensare che gli intolleranti al lattosio, sostanza presente nella pasta, non avendo gli enzimi utili a digerire questa sostanza, fanno si che la fermentazione nel colon sia in eccesso. Per questi soggetti in commercio esistono paste prive di lattosio alla stregua delle paste prive di glutine di cui accennato in precedenza.

TI POTREBBE INTERESSARE: Bere the ogni giorno fa bene? Ecco la verità

Come dicevamo, anche il condimento della pasta è importante per evitare il gonfiore, perché accompagnata da sughi molto grassi e pesanti può essere un fattore determinante in materia di pancia gonfia. Anche il metodo di cottura è importante, perché la pasta può essere bollita in acqua salata (l’utilizzo più diffuso), ma può essere fatta al forno o addirittura fritta.