Autore: Liliana Terlizzi

Matteo Salvini - Milano

Salvini aiuta i clochard ma il figlio della donna scrive: “In foto era mia madre nel cortile di casa”

Il leader della Lega ha trascorso il giorno di Natale tra gli ultimi, documentando il tutto sui social. In molti l’hanno criticato e hanno riportato inesattezze.

Matteo Salvini ha trascorso il giorno di Natale tra gli ultimi e gli emarginati della sua città, Milano.

Il Natale di Salvini

Il leader della Lega ha pranzato in compagnia degli ospiti dell’Opera Cardinal Ferrari di Milano, per poi andare insieme ai City Angels a consegnare regali alle persone in difficoltà economiche.

Il tutto è stato ampiamente documentato sui suoi profili social. Il senatore aveva annunciato da alcuni giorni l’iniziativa, dicendosi pronto a sfidare la zona rossa imposta per i giorni festivi.

È stata una foto in particolare ad esporre il leader della Lega a forti critiche. In uno scatto si vede Salvini allungare una borsa blu a una donna anziana di origine etiope.

Quella signora è la madre di Michele Tibello, un esponente della Rete Antifascista italiana, che in un post su Facebook ha attaccato duramente l’ex Ministro degli Interni e Luca Morisi, il collaboratore storico di Salvini per quanto riguarda la comunicazione sui social.

Le critiche

“Quel genio di Morisi ha fatto una foto del suo capitano con mia madre nel nostro cortile mentre gli donava un regalo offerto da altri. Vi ricordo che mia madre non è una clochard che vive in mezzo alla strada, ma in quanto nera è utile alla loro propaganda buonista”.

Alcuni siti, tra cui Giornalettismo, sostengono che la donna abbia dato il consenso a comparire in quella foto solo perché ignara del fatto che ad allungargli il regalo fosse il leader della Lega.

Ma a non aver apprezzato quanto visto ieri c’è anche un’altra persona, Mario Furlan, fondatore dei City Angels. Più che contro Salvini, però, Furlan si è scagliato contro Daniela Iavarone, la madrina dell’iniziativa.

“Lei il giorno di Natale distribuisce pacchi regalo e chiede l’aiuto di un nostro angelo per accompagnarla in auto. Siamo rimasti stupiti quando abbiamo visto le foto con Salvini, perché noi non eravamo assolutamente a conoscenza di questa sua intenzione di farsi accompagnare dal senatore”.

Pochi minuti fa, su Facebook, la pagina Lega - Salvini premier, ha pubblicato un post in cui ha spiegato la propria posizione. Incolliamo la prima parte: "Nessun errore e nessun pacco distribuito a caso. A Natale, il leader della Lega Matteo Salvini ha partecipato alla consegna di alcuni generi alimentari a famiglie che ne avevano fatto richiesta, e che pertanto avevano lasciato i propri dati e successivamente hanno acconsentito ad alcune fotografie. È il caso della signora residente in via Perugino a Milano (iniziali del nome T. W. S.), e che secondo alcuni media sarebbe stata scambiata per una clochard. "