Roma vasto incendio: il piromane colpisce ancora

Incendi dolosi a Roma, non si riesce a fermare il colpevole. Ecco cosa sta succedendo nella Capitale.

La notte scorsa ancora roghi a Roma, nel territorio compreso tra il IX e il X Municipio, nella zona sud ovest della Capitale che dall’ Eur arriva sino ad Ostia.

La notte di fuoco

La notte appena trascorsa è stata un incubo per tantissime persone: sono stati appiccati diversi incendi di natura dolosa all ’Axa, a Tor de’ Cenci e a Giardino di Roma, tutti quartieri situati tra la zona dell’ Eur e Ostia.

Sono state distrutte circa quaranta automobili e, questa volta, le fiamme hanno toccato anche i palazzi, costringendo gli abitanti a scappare.
Fortunatamente nessun ferito, ma solo tanta paura da parte dei residenti che sono stanchi di questa situazione che ormai va avanti da oltre un mese.

Gli incendi sono stati appiccati in un lasso di tempo molto ristretto che va dalle 3,45 di mattina alle 4 circa, rendendo difficoltoso l’intervento dei Vigili del Fuoco. É stato necessario chiamare in soccorso le forze dell’ordine della zona di Montesacro che sono intervenuti per dare una mano ai colleghi.

Incendi a Roma: i precedenti roghi

Non è la prima volta nell’ultimo periodo che queste zone sono colpite da incendi dolosi: la notte tra il 10 e l’11 Giugno erano state date alle fiamme circa quaranta auto nella zona del Torrino, mentre il 31 Maggio c’era stato un altro incendio di natura dolosa sempre nella zona di Giardino di Roma.

La paura tra i residenti è tanta dal momento che gli incendi continuano e non sono rimasti un caso isolato di una notte sola e che le forze dell’ordine faticano ad intervenire tempestivamente data la contemporaneità con quei questi roghi vengono appiccati.
La scorsa notte, gli abitanti di Giardino di Roma hanno dovuto attendere quaranta minuti prima che qualcuno intervenisse, visto che VVFF e Carabinieri erano impegnati con gli incendi di Tor De’ Cenci e Axa.

Incendi a Roma: caccia ai piromani

Accertata la natura dolosa degli incendi, è caccia al piromane.

Poche settimane fa era stato fermato un giovane nella cui auto erano stati ritrovate taniche di benzina e parecchie confezioni di diavolina, normalmente adoperata per accendere il fuoco dei barbecue, e la speranza era quella che, con questo fermo, cessassero gli incendi, cosa che purtroppo non è accaduta.

Circa una settimana fa era stato fermato un ventitreenne che, a bordo della sua autovettura insieme ad un altro ragazzo che non è stato possibile identificare, era scappato di fronte all’alt di un posto di blocco, generando dei sospetti nei Carabinieri che si erano lanciati all’inseguimento.

Non sono però emersi elementi che colleghino questi fermi agli incendi che stanno flagellando la zona sud ovest della Capitale.

Al momento, proseguono le indagini. I Carabinieri danno la caccia ad una Fiat 500 nera.