Autore: Giacomo Mazzarella

Scuola - Elezioni

Ricciardi: «elezioni e scuola a rischio in caso di aumento dei contagi da Covid»

Se i contagi da Coronavirus continueranno a salire, a rischio le elezioni e le riaperture delle scuole.

L’impennata dei contagi da coronavirus continua a preoccupare nell’immediato, ma soprattutto nel futuro ormai prossimo. Ci sono alcuni appuntamenti, eventi e situazioni che gli italiani aspettano chi più chi meno intensamente e che potrebbero slittare se la curva dei contagi non tornerà a scendere.

La storia di inizio pandemia si ripete

Lo scorso marzo la pandemia portò con sé alcune conseguenze, magari non gravi come le morti o i ricoveri in terapia intensiva, ma che scombussolarono la vita e gli italiani.

Prima di tutto il lockdown con la gente costretta a casa per via della pandemia. Scuole chiuse da marzo, stato di emergenza prorogato a ripetizione e chiuso pure il campionato di calcio e quello di altri sport minori.

E adesso ci risiamo, con lo spettro della risalita dei contagi che minaccia seriamente e di nuovo le medesime cose. A partire naturalmente dalla riapertura della scuola, passando di nuovo per lo sport, col calcio in testa e per finire con le elezioni regionali e il referendum per la riduzione del numero dei parlamentari.

L’allarme da parte del Ministero della Salute

Anche le future elezioni regionali del 21 settembre, con tanto di referendum sulla riduzione dei parlamentari è a rischio rinvio. L’allarme proviene direttamente dal Ministero della Salute, con un consulente del ministro Speranza che sottolinea come la risalita dei casi può impedire le operazioni di voto e la riapertura delle scuole.

Un allarme che lo stesso Ministero però ha rettificato, per non dare adito a polemiche anticipate. Infatti manca circa un mese alla tornata elettorale molto attesa perché si cambia consiglio regionale in ben 7 Regioni e in più o meno 1.000 Comuni italiani.

Il possibile rinvio delle elezioni, come allarme, è farina del sacco di Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza e docente di Igiene all’università Cattolica di Roma. Ne tratta bene il sito «Adnkronos».

Il consigliere di Speranza però non parla solo di elezioni potenzialmente rinviate. Infatti Ricciardi sottolinea come a rischio anche la riapertura delle scuole, che resta comunque programmata per il 14 settembre in tutta Italia, ad esclusione di sole tre Regioni. Come dicevamo però, immediatamente dopo aver lanciato l’allarme, pare che lo stesso Ricciardi abbia smentito tutto.

«Non ho mai detto che riapertura delle scuole ed elezioni sono a rischio in Italia. Le scuole riapriranno e si sta facendo di tutto per riaprirle in sicurezza. Parlavo di altri Paesi dove la curva dei contagi si è rialzata in modo preoccupante», queste le precisazioni di Ricciardi, secondo cui in Italia la situazione non è ancora così grave. Ma l’allarme ha lasciato il segno, con le opposizioni che subito hanno alzato il tiro, definendo, come ha detto il leader della Lega Salvini, irresponsabile ipotizzare il rinvio delle elezioni e la chiusura delle scuole.