Regole d’oro: come gestire al meglio le proprie carte

Regole d'oro: come gestire al meglio le proprie carte

Le carte di credito sono molto usate, soprattutto in questo periodo. Esistono però, alcune regole d’oro per un uso corretto dei propri strumenti elettronici di pagamento, eccole qui!.

Tra gli acquisti per le feste e gli stimoli dello Stato, a causa del Cashback, le "strisciate" delle carte di credito, sembra siano aumentate. Questi piccoli pezzetti di plastica, sono diventati importantissimi, per lo svolgimento delle piccole azioni quotidiane.

Permettono di pagare, prelevare banconote, effettuare acquisti evitando di tenere denaro contante tra le mani. Ma esistono delle regole d’oro, più che altro consigli, che permettono di gestirle al meglio, senza incorrere in spiacevoli inconvenienti.

Carta di credito: cosa fare appena se ne ha una

Nel momento in cui viene rilasciata la carta di credito al suo titolare, si assume una responsabilità per il suo utilizzo. Pertanto, un primo consiglio è quella di tenerla sempre con cura. Di conseguenza, tenere le carte sempre lontane da fonti di calore o magnetiche, per evitare che si smagnetizzi.

Se la carta si smagnetizza non può più essere usate e quindi si deve procedere con la sua sostituzione. Tale consiglio vale per qualsiasi carta di credito, di debito, preparagata come la Postepay Evolution, ad esempio.

Un altro consiglio è firmare il retro della carta. La firma deve essere uguale a quella depositata in banca al momento del rilascio. Insieme alla carta, viene rilasciato il PIN (dall’acronimo inglese Personal Identification Number, cioè Numero di Identificazione Personale).

Questo codice numerico non va mai tenuto insieme alla carta. Il perchè è presto detto: in caso di smarrimento, chiunque tramite carta e pin, può effettuare un pagamento a vostro carico. Proprio per scongiurare questo evento, è utile fare una fotocopia di entrambi e tenerli in caso per un eventuale denuncia di smarrimento. Quest’utima deve essere fatta subito presso le autorità competenti.

Carta di credito: attenzione ai pagamenti

Quando si effettua un pagamento, prima di firmare lo scontrino, controllare sempre la correttezza di alcuni dati. Questi sono: il numero di carta, l’importo, la data e l’ora in cui si sta effettuando l’operazione. Lo scontrino va sempre conservato, perchè permette di poter controllare, in maniera accurata, l’estratto conto a fine mese. Si possono tenere, così, sotto controllo anche le spese di gestione mensili.

Sulla carta di credito possono anche essere impostati dei pagamenti periodici, come bollette, rate mensili ed abbonamenti. In questo caso, quando si decide di dare disdetta, è obbligatorio comunicare il recesso del contratto all’ente o azienda che fornisce il servizio. A questo proposito si ricorda che le carte vengono spesso utilizzate anche per ricaricare il cellulare, pagare pedaggi autostradali o in moltissimi sportelli automatici, pertanto massima attenzione.

Attenzione alle frodi sugli acquisti online

Online si trova davvero di tutto. Ma per fare acquisti in sicurezza, prima di effettuare i pagamenti è meglio verificare alcuni dati. Accettarsi che nel sito ci siano Nome, partita Iva, indirizzo fisico e recapiti del venditore. Leggere le recensioni per conoscere la «reputazione del negozio», e controllare le certificazioni di sicurezza rilasciate da società specializzate. Leggi anche: Scadenza carte di credito: cosa fare per rinnovarle?