Autore: Carmine Orlando

reddito

22
Mag

Reddito di emergenza: requisiti, quando e come farne richiesta

Facciamo chiarezza su come funziona il reddito di emergenza (Rem): chi ne ha diritto e a chi non spetta per incompatibilità. Gli importi, quando e come effettuare la domanda per ottenerlo.

Il decreto Rilancio del governo pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 19 maggio 2020, prova ad aiutare quelle persone o famiglie che fino ad ora non hanno potuto usufruire dei vari sussidi elargiti nel decreto Cura Italia o di agevolazioni fiscali (anche il bonus bici è inserito nel DR), e che sono in difficoltà economica a causa dell’emergenza Coronavirus. A questo proposito, parliamo del reddito di emergenza, misura facente parte del decreto Rilancio.

Reddito di emergenza (Rem): importo e requisiti

Il Rem è un aiuto economico che varia da 400 a 800 euro, l’importo è condizionato dalla composizione del nucleo familiare. Ne hanno diritto coloro che sono residenti in Italia con riferimento al richiedente, il cui reddito familiare di aprile 2020, sia inferiore all’importo del reddito di emergenza spettante. Contestualmente, il patrimonio mobiliare familiare del 2019, deve essere al di sotto dei 10.000 euro, accresciuto di 5.000 euro per ogni componente familiare successivo al primo, fino ad un massimo di 20.000 euro. L’Isee deve essere inferiore ai 15.000 euro.

Il Rem viene erogato in 2 quote (per 2 mesi). Come si legge su ilsole24ore.com, ciascuna quota del Rem è determinata in un ammontare pari a 400 euro, moltiplicati per il corrispondente parametro della scala di equivalenza fino ad un massimo di 2, corrispondente a 800 euro, che può raggiungere 840 euro nel caso in cui nel nucleo familiare siano presenti componenti in condizioni di disabilità grave o non autosufficienti.

La richiesta del Rem

Il reddito di emergenza verrà erogato dall’INPS. La domanda dovrà essere effettuata sul sito dell’INPS o tramite CAF e patronati entro il 30 giugno 2020. Nel caso in cui una verifica successiva da parte dell’INPS o dell’Agenzia delle Entrate, accerti che chi ha ottenuto il Rem non era in possesso di tutti i requisiti richiesti, il beneficiario sarà tenuto alla restituzione di quanto ottenuto indebitamente e a subire le sanzioni previste dalla legge. Ancora non è presente sul sito dell’INPS il modulo per la domanda, probabilmente lo sarà a partire da lunedì 25 maggio.

A chi non spetta il reddito di emergenza

Il Rem non spetta alle famiglie dentro le quali ci sia un componente che ha usufruito di un bonus o sussidio previsto dal precedente decreto Cura Italia. Non è compatibile nel caso uno dei componenti familiari beneficiari sia titolare di una pensione (fa eccezione l’assegno di invalidità). Non ha diritto ad ottenere il reddito di emergenza chi usufruisce del reddito di cittadinanza o è titolare di un contratto da dipendente la cui retribuzione lorda superi gli importi del Rem.