Rapina da film a Milano: dipendenti di un centro orafo sequestrati, bottino 1 milione di euro

Rapina da film a Milano: dipendenti di un centro orafo sequestrati, bottino 1 milione di euro

Mattinata movimentata a Milano. Sul caso indaga la polizia

Una rapina da film è stata commessa questa mattina 4 novembre nei pressi di un laboratorio orafo, il Trafilor di via Assab a Milano. Cinque persone con volto coperto da maschere ed armate hanno fatto irruzione nel locale verso le ore 8, quindi pochi minuti dopo l’apertura, minacciando i dipendenti che sono stati imbavagliati ed immobilizzati.

Trafugati vari pezzi pregiati in oro

I rapitori hanno atteso nel locale l’arrivo della proprietaria, una donna italiana di 52 anni e si sono fatti aprire la cassaforte. Trafugati diversi pezzi pregiati in oro e palladio (semilavorati, non oggetti finiti) per poi sparire nel nulla. Il bottino secondo le prime stime si aggirerebbe intorno al milione di euro.

Soltanto poco prima delle 11 i dipendenti sono riusciti a liberarsi e a lanciare l’allarme. Sul posto sono intervenuti gli agenti della questura con l’Upg e la squadra mobile ma ormai i rapitori erano già lontani. Si indaga visionando anche le telecamere della zona mentre sono stati predisposti diversi posti di blocco in uscita dal capoluogo lombardo.

Sempre in Lombardia arrestati due persone per una violenta rapina ad anziana

E sempre in Lombardia, in provincia di Varese due persone di 46 e 50 anni sono stati arrestati dai carabinieri per aver aggredito e rapinato un’anziana, provocandole diverse fratture, lo scorso 16 settembre a Jerago con Orago. Si tratta di due pregiudicati già noti alle forze dell’ordine.

Quella mattina di metà settembre l’anziana 83enne aveva appena terminato di sistemare l’interno di una chiesa come volontaria quando, diretta a casa, era stata sorpresa alle spalle dai due malviventi a bordo di un motorino.

I due la strattonarono per rubarle la borsa, facendola cadere a terra. Trasportata in ospedale gli furono diagnosticati fratture al collo e alle braccia con una prognosi di circa 30 giorni.

A Roma uomo ai domiciliari rapina 11 supermercati

E a Roma ha dell’incredibile invece la storia di un 41enne arrestato per aver commesso 11 rapine aggravate nel periodo settembre-ottobre ai danni di diversi supermercati della zona.

L’uomo usava sempre lo stesso modus operandi, armato di coltello o pistola. Analizzando le immagini delle telecamere e la testimonianza di alcuni presenti alle rapine, si è giunto a lui che è risultato essere sottoposto alla misura degli arresti domiciliari. Di fronte all’evidenza dei fatti, il soggetto ha ammesso la propria responsabilità.