Autore: Martina Bianchi

PIL

Prelievo forzoso, la frase di Conte che fa tremare gli italiani

Dopo aver escluso a lungo l’idea di un possibile prelievo forzoso Conte ci sta ripensando? Una sua frase fa tremare i risparmiatori.

Non bastano le ipotesi dei politici, ora a far tremare gli Italiani su un possibile prelievo forzoso una frase poco chiara del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Cerchiamo di capire di cosa si tratta.

Prelievo Forzoso voluto da Conte?

Si sa, il popolo nei momenti più bui della storia si preoccupa per qualsiasi cosa cercando di aggrapparsi a quello che con la convinzione che nessuno glielo possa togliere. Ma quando questa convinzione inizia a vacillare si comincia a sospettare di qualsiasi cosa.

Come può accadere per la frase di Giuseppe Conte “Siamo tutti consapevoli che in Italia c’è un grande risparmio privato, e sicuramente questa è una delle ragioni di forza della nostra economia. Ci sono tanti progetti, vedremo a tempo debito”.

Ed iniziano le paure. Cosa avrà voluto dire Conte con questa frase? Quali progetti ha sui risparmi degli italiani? Ci sta ripensando sul prelievo forzoso e vorrebbe attuare una patrimoniale, cosa che fino a qualche settimana fa escludeva?

Ricordiamo che una tassa patrimoniale, o prelievo forzoso, altro non è che un modo per finanziare l’innalzamento del debito pubblico. All’Italia per far fronte alla crisi provocata dal Coronavirus, serviranno 100 miliardi di euro che non ha.

Ad inizio pandemia il Partito Democratico aveva avanzato l’ipotesi di un prelievo forzoso tramite una sorta di Covid-Tax, da applicare nel 2020 e 2021 per tassare i redditi superiori agli 80mila euro per destinare sussidi a chi era stato colpito più gravemente dal Coronavirus.

Conte aveva escluso categoricamente la proposto sostendo che in periodo di crisi lo Stato da agli italiani e non prende.

Ora la frase pronunciata dal Presidente del Consiglio da vita a nuovi scenari grazie anche agli allarmisti che hanno saputo veicolarla come meglio credevano.

Ma se Conte avesse solo voluto lodare la forza dell’economia italiana che risiede proprio nel risparmio privato senza voler per forza intendere di voler intaccare quel risparmio con contributi di solidarietà?

Leggi anche, per approfondire L’articolo sul rischio prelievo Forzoso