Precipita giù dal balcone mentre fa un gavettone, Diego muore dopo tre giorni di agonia

Scivola e precipita giù dal balcone mentre fa un gavettone: il dolore degli amici di Diego

Si chiamava Diego Cavalli, il 40enne morto dopo essere scivolato giù dal balcone mentre stava facendo un gavettone con i parenti. Era un operaio ed era originario di Pieve Santo Stefano.

Drammatica tragedia, Diego muore cadendo dal balcone

È morto nel pomeriggio di ieri 18 agosto. Il dramma lo scorso Ferragosto, si trovava nella casa di campagna della sua fidanzata. È caduto da un’altezza di tre metri dal terrazzo mentre stava facendo un gavettone ai parenti sotto di lui.

La terribile tragedia si è verificata nella località Muccignano, vicino a Città di Castello. Le sue condizioni di salute sono apparse subito disperate. È stato chiamato il 118 e stabilizzato dai soccorritori, poi è stato trasferito all’ospedale Santa Maria della Misericordia con un elisoccorso "Pegaso" e ricoverato in Terapia intensiva con prognosi riservata.

Quello che doveva essere un banale scherzo con un gavettone, si è trasformato in tragedia. L’uomo avrebbe perso l’equilibro e sarebbe precipitato giù. Un impatto violento che gli ha fatto perdere subito i sensi. Dopo ore di agonia è stata dichiarata la morte cerebrale e nella giornata di ieri 18 agosto, i medici ne hanno dichiarato il decesso.

Diego muore scivolando dal balcone, i ricordi degli amici: «La moto, i dolori e il tuo coraggio di rialzarti sempre»

La drammatica notizia della morte di Diego Cavalli ha creato grande commozione tra i cittadini di Pieve Santo Stefano, paese dove il ragazzo era nato e cresciuto. L’intera comunità si è stretta al dolore della famiglia. Tutti lo descrivono come un ragazzo solare, in gamba e con tanta forza d’animo.

Il sindaco della cittadina, Claudia Marcelli, ha voluto ricordarlo così: “Diego era davvero un bravo ragazzo. Nella sua vita aveva superato tanti dolori e questa fine ci ha lasciato sgomenti”. «Una morte assurda», hanno commentato gli amici che sono devastati dalla tragica notizia.

Il primo cittadino di Pieve Santo Stefano ha aggiunto: «Diego avrebbe compiuto 40 anni il prossimo settembre, da alcuni anni viveva a Città di Castello con la fidanzata ma i legami con Pieve erano fortissimi. Qui vivono i suoi familiari. A loro, alla sorella, si uniscono in un forte abbraccio i concittadini».

Tanti amici e coetanei in queste ore lo stanno ricordando sui social, ricordano i momenti trascorsi insieme e le passioni condivise. Una tra queste era la moto da cross, infatti sono tante le immagini che si vedono su Facebook in cui è ritratto il ragazzo mentre è in sella al due ruote mentre scala le dune e affronta le cunette.

Purtroppo la vita di Diego non è stata facile, qualche anno fa ha subito un incidente stradale che lo ha tenuto per molto tempo in terapia intensiva. Anche in quell’occasione i pievani avevano mostrato affetto e vicinanza a lui e alla sua famiglia, oggi sono stati travolti da un altro dolore ancora più forte.