Autore: B.A

Governo

Politica: “Ristoratori, aiutiamoli a cambiare mestiere", polemiche dichiarazioni Castelli

Si è scatenata la bufera sulle dichiarazioni della grillina, Viceministro del MEF

Sarà stata fraintesa, o si è espressa male, ma ciò che ha detto Laura Castelli, Viceministro dell’Economia, rappresentante del governo e del Movimento 5 Stelle, sta facendo molto discutere. L’argomento è il settore ristorazione, uno dei più colpiti dalla crisi economica di questi mesi.

Un settore la cui riapertura non ha portato i frutti sperati, perché ripartire dopo i mesi di lockdown, adeguarsi alle nuove norme, convivere con il coronavirus (ancora in circolo) e con la paura della gente, sembra ancora complicato.

Ciò che fa discutere delle parole della Castelli è la sua particolare soluzione alle problematiche del settore ristorazione. In pratica, il Viceministro ha consigliato ai ristoratori che non sono in grado di resistere, di cambiare mestiere. E subito si è scatenata la polemica.

L’intervento della Castelli sui ristoratori

È bufera sul viceministro del Movimento 5 Stelle, Laura Castelli. “Ristoratori cambino mestiere”, questo più o meno quello che ha detto la Castelli ospite della trasmissione Tg2 post.

L’esponente del Governo Conte ha affermato che i ristoratori in crisi dovrebbero esplorare nuove opportunità di business. E il governo dovrebbe aiutarli in questa ricerca, cioè aiutarli a cambiare mestiere.

Senza dubbio parlare di ristorazione significa parlare di una tra le categorie più colpite dalla crisi legata all’emergenza sanitaria, perché i ristoratori e gli albergatori, per tipologia di attività svolta, sono inevitabilmente tra le più colpite. La crisi economica delle famiglie, la paura e le nuove regole, tengono ancora moltissime persone lontane dai ristoranti.

Senza parlare del distanziamento sociale obbligatorio, che ha ridotto la capienza dei ristoranti. Crisi nera che ha prodotto la chiusura di molte attività, e che secondo la Castelli nei prossimi mesi peggiorerà. Scenari cupi quindi, che hanno spinto la Castelli a produrre la contestata dichiarazione.

Ristoratori e nuovi mestieri

Stando alle dichiarazioni del Viceministro all’Economia Laura Castelli, la situazione potrebbe ulteriormente peggiorare nei prossimi mesi. E allora ecco le dichiarazioni che hanno fatto discutere.

Secondo la parlamentare grillina, i ristoratori che non possono tenere aperte le loro attività a causa del calo della domanda dovrebbero prendere in considerazione altre strade.

Nel suo intervento, il viceministro Castelli ha affermato che la crisi ha cambiato le abitudini dei consumatori, spostando domanda e offerta verso nuovi settori e nuovi business. Se una persona decide di non andare più al ristorante è necessario sostenere quei ristoratori che vogliono intraprendere una nuova attività e non perdere il lavoro, questa la soluzione del Viceministro. Le opposizioni sono subito insorte, con Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia che hanno subito chiesto le dimissioni della Castelli.

“Dopo aver massacrato il settore dell’ospitalità con divieti e regole assurde e aver multato gli esercenti che scendevano in piazza perché chiedevano aiuto, l’ultima trovata del Governo giallorosso arriva dalla grillina Castelli: i ristoratori che non hanno più clienti devono cambiare lavoro. Sono senza parole”, queste le parole di Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia.

“Massacrati dalla crisi, senza soldi, senza rinvio delle scadenze fiscali e pure sbeffeggiati dalla viceministro grillina all’economia! Non ho più parole, abbiamo il governo più vergognoso della storia repubblicana. Prima se ne vanno, meglio sarà per il Paese”, questo invece il commento di Matteo Salvini.