Pisa: festa di gruppo nonostante le restrizioni, giovani aggrediscono il vicino che aveva chiamato i vigili

Pisa: festa di gruppo nonostante le restrizioni, giovani aggrediscono il vicino che aveva chiamato i vigili

Lo scorso weekend un 18enne aveva organizzato una festa di compleanno in un casolare, che non si è mai svolta. La mattina seguente alcuni giovani avrebbero aggredito il presunto segnalatore.

L’Italia intera (Sardegna a parte) è attualmente alle prese con pesanti restrizioni delle libertà personali per via della circolazione ancora diffusissima del COVID-19.

Feste vietate

Da nord a sud la popolazione più scrupolosa chiede maggiori controlli delle forze dell’ordine per contrastare quegli assembramenti che, in un modo o nell’altro, continuano a crearsi. Specialmente tra gli under 30, come dimostrano le immagini del weekend appena trascorso.

Lontano dalle piazze della movida, nel fine settimana, si è celebrata una festa di compleanno di un novello 18enne. Ci troviamo a Filettole di Vecchiano, in provincia di Pisa. Qui un ragazzo del posto ha affittato un casolare per festeggiare il raggiungimento della maggiore età insieme agli amici.

La festa, però, è durata pochissimo: la Polizia Municipale è intervenuta quando erano appena arrivati i più ritardatari. All’interno del casolare sono stati scoperti numerosi giovani non appartenenti al nucleo familiare del 18enne, alcuni dei quali residenti in comuni diversi da Filettole di Vecchiano, invitati a tornare a casa. Insomma, il party è finito largamente in anticipo.

Le conseguenze della segnalazione del party illegale

Alcuni degli amici del festeggiato, però, sono comunque rimasti a dormire presso il casolare. La mattina seguente il gruppo ha deciso di vendicarsi contro le persone che, a loro avviso, avevano impedito i festeggiamenti: i vicini.

Secondo i giovani non c’erano dubbi: erano stati loro a segnalare alla Municipale quell’anormale flusso di persone nei pressi della loro abitazione. Per cui hanno aggredito e picchiato un uomo che abita a pochi metri da lì, di cui non sono note le generalità, ferendolo in maniera non grave.

Il soggetto in questione ha comunque chiesto di essere medicato in ospedale ed ha annunciato che nelle prossime ore formalizzerà la denuncia nei confronti dei giovani che lo hanno picchiato.

Dunque per alcune delle persone identificate per violazione del decreto legge, scatterà probabilmente anche la denuncia penale per aggressione e lesioni personali ai danni dell’uomo che avrebbe avvisato le forze dell’ordine del party illegale.