Pescara, sbaglia manovra e l’auto rimane in verticale

A Pescara una automobile bianca è rimasta letteralmente in verticale dopo che il conducente ha effettuato una manovra sbagliata, ferendosi in maniera lieva.

Momenti di preoccupazione nel tardo pomeriggio di ieri a Pescara, nel quartiere Fontanelle. Una macchina, per cause ancora da chiarire completamente, è caduta da un terrazzamento su un’area privata ubicata tre metri più sotto.

Parcheggio verticale a Pescara

L’automobile in questione è una Toyota Yaris bianca. Dalle prime frammentarie ricostruzioni dei giornali locali, tra cui Vera TV, pare che il conducente abbia svolto una manovra errata. Forse ha inserito la retromarcia al posto della prima e in pochi secondi la sua auto è letteralmente caduta giù.

Il veicolo è arrivato su un terrazzino privato. Quello che ha catturato l’attenzione dei residenti nei dintorni è la posizione della Yaris: quasi perfettamente in verticale.

La situazione a molti può sembrare anche buffa e divertente. Certamente non sono stati momenti piacevoli per il conducente, che è stato costretto a recarsi in ospedale dopo l’insolito incidente. Ad ogni modo le ferite subite sono molto lievi e l’uomo si riprenderà nel giro di pochi giorni.

Il lavoro dei Vigili del Fuoco

Dopo la segnalazione di alcuni residenti, sul posto sono arrivati i Vigili Urbani di Pescara che a loro volta hanno avvertito i Vigili del Fuoco. Questi sono arrivati con un’autogru che nel giro di qualche minuto ha recuperato la vettura e l’ha rimossa dalla singolare posizione verticale.

La Polizia Municipale è rimasta sul posto per effettuare alcuni rilievi e ricostruire la dinamica dell’incidente. Solo poche ore prima i Vigili del Fuoco di Pescara, insieme ai carabinieri artificieri, erano stati chiamati in via Ravenna da un 73enne del posto. L’uomo, mentre effettuava dei lavori di pulizia all’interno di una rimessa, ha trovato del materiale esplosivo risalente ad oltre 30 anni fa.

I Vigili del Fuoco e i carabinieri artificieri hanno effettuato tutte le operazioni di sicurezza necessarie ed infine hanno fatto brillare il materiale esplosivo su un tratto di spiaggia libera deserta in via Muzii.