Autore: Antonio Murante

Pensione

Pensioni pagamenti luglio anticipati, le date in base al cognome

Date per le pensioni del mese di Luglio

Sulla scia di quanto accaduto anche nei mesi scorsi, dopo l’inizio dell’emergenza sanitaria, il pagamento delle pensioni anche per quel che riguarda il mese di luglio, avverrà basato sull’iniziale del cognome, per evitare file e affollamenti davanti agli uffici postali.

Pagamenti pensioni luglio

Sempre nel rispetto delle ormai comuni norme anti assembramento, quindi, anche per il mese di luglio il pagamento delle pensioni allo sportello di Poste Italiane sarà in maniera scaglionata.

Onde evitare lunghe ed interminabili code ai vari sportelli ed evitare di nuovo situazioni di contagio, Poste Italiane ha predisposto che anche nel mese di luglio le erogazioni verranno anticipate, a partire dal giorno 24 Giugno.

Tutti i titolari di un conto BancoPosta e di una Postepay Evolution, i titolari di Carta postamat o di carta Libretto che abbiano accredito della pensione, potranno evitare di recarsi direttamente allo sportello fisico e ritirare i contanti presso tutti gli sportelli ATM Postamat del territorio nazionale.

Quindi con un afflusso migliore e tempi di riscossione praticamente immediati si eviteranno code e assembramenti.

Per chi ha accredito della pensione su conto corrente o libretto bancario, la somma sarà disponibile a partire dal 1 luglio.

Per tutti coloro invece che non hanno accredito della pensione, sarà necessario recarsi agli sportelli rispettando una turnazione alfabetica giornaliera.

Poste Italiane ha stabilito per il pagamento della pensione di luglio, che i titolari di pensione devono presentarsi allo sportello in questa maniera:

  • I cognomi dalla A alla B il 24 Giugno mercoledì
  • I cognomi dalla C alla D il 25 Giugno giovedì
  • I cognomi dalla E alla K il 26 Giugno venerdì
  • I cognomi dalla L alla O il 27 Giugno sabato
  • I cognomi dalla P alla R il 29 Giugno lunedì
  • I cognomi dalla S alla Z il 30 Giugno martedì
  • Rimane ancora prorogata per tutti coloro che hanno un’età compresa tra i 75 o superiore la delega ai Carabinieri gratuitamente in modo da poter percepire come in piena emergenza la possibilità di ricevere direttamente a casa le somme dovute a titolo di pensione.

Le nuove modalità di pagamento, nel rispetto di tutti coloro che dovranno recarsi allo sportello fisico, hanno sempre l’obiettivo di garantire la salute di tutti i cittadini, pertanto è sempre obbligatorio l’ingresso nell’Ufficio Postale con la mascherina, con l’alternarsi delle entrate e delle uscite dall’ufficio e con il distanziamento necessario così come nelle aree di attesa aperte per il pubblico.