Parma, controlli antidroga: quindicenne trovato con 2gr di hashish

Controlli dei Carabinieri nella Provincia di Parma: tre giovanissimi segnalati alla Prefettura quali assuntori. Identificati gli autori dei furti seriali di biciclette

Nelle scorse ore sono stati intensificati i controlli da parte dei Carabinieri della Compagnia di Fidenza, che hanno presidiato, con il supporto delle unità cinofile dei carabinieri di Bologna, le aree del parmense comprese tra Fidenza, Soragna e Busseto con lo scopo di prevenire e reprimere reati in materia di stupefacenti. Oltre alle vie del centro, i militari hanno perlustrato le zone frequentate in passato dai pusher come i parchi e zone isolate.

Il bilancio dei controlli

Nei pressi di supermercato della zona, i Carabinieri hanno sorpreso due ventenni di Salsomaggiore trovati in possesso di 2 gr. di marijuana, occultati in un pacchetto di caramelle. Un quindicenne fidentino è stato invece fermato nei pressi del Marconi park per un controllo.

Alla vista dei militari, il giovane ha tentato di disfarsi di una bustina di cellophane, in cui i militari hanno trovato hashish sufficiente per la preparazione di un paio di dosi. Tutti e tre sono stati segnalati alla Prefettura quali assuntori. Il quindicenne, terminate le formalità di rito, è stato affidato ai genitori.

Durante l’operazione, i militari hanno prestato attenzione anche al rispetto delle misure anti-covid. Nei presi di alcuni alcuni locali nel quartiere “la Bionda” sono stati segnalati assembramenti. Tutte le persone identificate sono tuttavia risultate in regola, così come i gestori degli esercizi commerciali.

Identificati gli autori dei furti seriali di biciclette

Nel frattempo la Polizia locale di Busseto è riuscita ad identificare i responsabili di una serie di furti di biciclette che si sono verificati nei giorni scorsi in paese.

Le indagini hanno portato al fermo di un gruppetto di ragazzi che si era impossessato illegalmente di alcune biciclette appartenenti a cittadini di Busseto. I ragazzi, poco più che maggiorenni, sono stati identificati grazie ai filmati delle telecamere di videosorveglianza.

Tre biciclette sono già state restituite ai legittimi proprietari, mentre le altre sono sotto sequestro nei depositi comunali in attesa che i proprietari le reclamino.

Grande soddisfazione è stata espressa dal comandante della Polizia locale Massimiliano Deleo che ha applaudito il lavoro dei suoi agenti e la collaborazione ricevuta dai cittadini, che hanno fornito davvero numerose ed importanti informazioni per poter recuperare le biciclette ed individuare i responsabili.

«Il caso specifico dimostra ancora una volta l’efficacia del binomio segnalazione tempestiva del cittadino e intervento immediato della Polizia Locale».