Autore: Marco Della Corte

One Piece: in arrivo anche su Netflix Italia?

La serie anime di One Piece, tratta dall’omonimo manga di Eichiro Oda, sarà visibile da noi su Netflix? Ecco la verità.

I fan di One Piece sanno bene come il manga di Eichiro Oda sia divenuto un best-seller in tutto il mondo. Da oltre 20 anni, Rufy e la sua scalmanata ciurma ci tengono compagnia con le loro avventure alla ricerca del mitico tesoro lasciato ai posteri da Gol D. Roger, il re dei pirati. La leggenda dell’immensa fortuna che Roger avrebbe lasciato ai posteri sull’isola di Laugh Tale, ha spinto molti pirati dell’universo fantasy di One Piece a salvare in nome della gloria, della ricchezza e della fama. Insomma, stiamo parlando di uno dei manga/anime più amati di sempre, al pari di istituzioni come Dragon Ball e Sailor Moon.

One Piece: il live action su Netflix

Vista l’immensa fortuna a livello internazionale di cui gode One Piece, Netflix ha deciso di ospitare sulla sua piattaforma il live action ad esso ispirato in lavorazione a Hollywood. In attesa che la serie con attori in carne ed ossa sia disponibile, i fan potranno rivivere le saghe più belle di One Piece attraverso l’anime. Un regalo inaspettato da parte di Netflix, che al momento però sembrerebbe non toccare all’Italia.

I Mugiwara su Netflix

L’annuncio proviene da Netflix: a partire dal prossimo 12 giugno, l’anime di One Piece sarà disponibile in piattaforma. Per ora saranno disponibili soltanto gli archi narrativi di East Blue ed Alabasta, per un totale di 123 episodi. Non si sa nulla delle saghe secondarie non tratte dal manga originale (i filler) che di base sono tantissimi. Basti sapere che l’anime di One Piece ha superato i 900 episodi dal 1999 ad oggi.

Niente One Piece su Netflix Italia

Il sito PopCorn TV conferma che, almeno per il momento, One Piece non sarà disponibile su Netflix Italia. Le due saghe, infatti, sono state annunciate solamente per USA, Canada e Nuova Zelanda. Al momento, non è dato sapere il perché di questa scelta. Ipoteticamente parlando, forse Netflix ha scelto di proporre la serie prima in pochi paesi ed in altri in un secondo momento.

Una situazione simile l’abbiamo avuta con Card Captor Sakura, ad esempio. Tuttavia, non sottovalutiamo la questione dei diritti: fino a pochi anni fa l’anime di One Piece è stato, infatti, trasmesso in Italia sulle reti Mediaset (Italia 1, Boing e Italia 2). Con l’avvento del live action si spera che anche noi potremo godere, perlomeno, dei 123 episodi che saranno trasmessi in America e in Oceania.

L’anime va in pausa

Al momento, l’anime di One Piece è in pausa in Giappone a causa del Coronavirus. Una sorte analoga è toccata ad altre serie tv nel Sol Levante. A causa delle numerose restrizioni da parte del governo giapponese, il doppiaggio dei nuovi episodi di One Piece risulta essere in pausa. Al momento è stato proposta in madrepatria una serie di repliche riguardanti le prime puntate dell’ultima saga dell’anime: quella di Wanokuni.