Autore: Marco Della Corte

Dragon Ball Super: l’amore proibito tra un dio e un angelo

Dragon Ball Super prosegue nella sua versione cartacea con la saga di Molo, probabilmente il villain più terribile mai affrontato da Goku e Vegeta.

Dragon Ball Super sta proseguendo nella sua versione cartacea pubblicata su V-Jump. Toyotaro ci sta offrendo da quasi due anni la saga di Molo, il temibile stregone galattico che sta mettendo in seria difficoltà Goku e Vegeta. Proprio il principe dei saiyan sembra aver superato finalmente il livello di combattimento di Goku ed ora, grazie ai nuovi poteri acquisiti sul pianeta Yardrat, sembra combattere con Molo alla pari, anche se finora non è ancora riuscito a sconfiggerlo. Ricordiamo come l’anime di Dragon Ball Super sia terminato due anni fa con la saga del torneo del potere. In seguito, la Toei Animation ha prodotto un film epilogo della serie, Dragon Ball Super Broly, in cui il super saiyan della leggenda e suo padre Paragas sono entrati nella continuity ufficiale della storia.

Dragon Ball Super: Toyotaro è indipendente da Akira Toriyama?

Come si legge da un recente articolo pubblicato su Everyeye, Toyotaro pare aver preso una maggiore libertà d’azione nella sceneggiatura del manga di Dragon Ball Super. Il mangaka sembra essere sempre meno vincolato alla supervisione dell’autore originale del franchise, Akira Toriyama. Questa autonomia da parte di Toyotaro sta prendendo forma gradualmente, in maniera tale che lui e Toriyama-sensei continuino a lavorare in armonia e sintonia.

Una love story tra un dio della distruzione e un angelo?

Toyotaro non perde occasione di proporre ad Akira Toriyama nuove storie e nuove prospettive per il manga di Dragon Ball Super, talvolta davvero bizzarre e innovative. In alcuni casi, le storyline ideate da Toyotaro risulterebbero essere comunque molto interessanti. Il disegnatore di Dragon Ball Super ha dichiarato, nel corso di un’intervista, di aver proposto una storia molto particolare, che purtroppo non ha ricevuto l’approvazione da parte del suo supervisore

La storia in questione avrebbe avrebbe visto il dio della distruzione dell’universo 11, Belmod, e il suo angelo Macarita coinvolti in una relazione amorosa, un elemento abbastanza atipico nell’universo di Dragon Ball. Del resto, il romanticismo ha sempre avuto un ruolo di secondaria importanza in un’opera di genere shonen come DB, se facciamo eccezione per alcune coppie famose quali Goku e Chichi, Gohan e Videl, Vegeta e Bulma e, in minima parte, Crili e C-18.

Di quell’idea non rimangono che schizzi da parte di Toyotaro, che ritraggono Belmod e Macarita in una scena casalinga. Al momento, non è dato sapere come mai Akira Toriyama abbia rifiutato questa storia d’amore. Rassegnamoci e continuiamo a gustarci la saga di Molo, caratterizzata da combattimenti intensi e innumerevoli colpi di scena. Il tutto, con buona pace di Toyotaro che avrà tempo per elaborare idee migliori.