Oggi i funerali di Alessandro morto sul lavoro, nel giorno della sua promessa di matrimonio

Oggi i funerali di Alessandro morto sul lavoro, nel giorno della sua promessa di matrimonio

Questa mattina a Faicchio i funerali di Alessandro Onofrio: il ragazzo di 28 anni morto sul lavoro

Si celebreranno questa mattina alle 11 i funerali di Alessandro Onofrio, il ragazzo di soli 28 anni morto sabato scorso in seguito ad un incidente sul lavoro venerdì mattina. Oggi si darà l’ultimo saluto nella chiesa Ave Gratia Plena di contrada Casali a Faicchio.

Alessandro Onofrio, morto a 28 anni sul lavoro

Il 28enne era impegnato in un cantiere edile per spicconare l’intonaco di un palazzo condominiale a Benevento in Viale Atlantici, quando all’improvviso si è spezzato il braccio meccanico che reggeva il cestello. Una caduta avvenuta da un’altezza di quasi 7 metri che purtroppo gli ha causato gravi ferite.

Alessandro si è spento dopo un giorno di ricovero nell’ospedale San Pio del capoluogo sannita. Una vicenda che ha colpito tutti, il giovane operaio è morto nel giorno della sua promessa di matrimonio che avrebbe dovuto fare insieme alla sua futura moglie nel Comune di Amorosi, nella Valle Telesina. Si doveva sposare il prossimo 8 dicembre.

Il loro sogno però si è spezzato per sempre. Tutta la comunità di Faicchio dove Alessandro era conosciuto e benvoluto da tutti, è rimasta colpita da questo lutto atroce. Sono tantissimi i messaggi di vicinanza alla famiglia e alla fidanza che circolano in queste ore. Parole di cordoglio arrivano anche dal mondo istituzionale per l’ennesima vittima sul lavoro.

Muore sul lavoro a 28 anni nel giorno della promessa di matrimonio: un lutto che ha scosso l’intera comunità di Faicchio e non solo

Il sindaco di Benevento, Clemente Mastella, ha voluto esprimere le sue sentite condoglianze alla famiglia di Alessandro. Sono arrivati messaggi anche dal presidente della provincia di Benevento, Antonio Di Maria e dal sindaco di Faicchio, Nino Lombardi.

"Un nostro giovane, un nostro concittadino, Alessandro non ce l’ha fatta, ci lascia dopo il crudele incidente sul lavoro. La nostra vicinanza, l’affetto dell’Amministrazione Comunale e di tutta la Comunità di Faicchio alla Famiglia Onofrio. Oggi Alessandro realizzava un altro sogno, la sua promessa di matrimonio. Alessandro e la sua famiglia attraverso il lavoro hanno realizzato il proprio percorso di vita e faremo memoria di lui e di tutte le vittime del lavoro che lasciano sempre un vuoto incolmabile, ma tutti noi Istituzioni dobbiamo far sentire forte la nostra voce. Troppe, troppe morti bianche, che al netto delle sciagure che possono succedere, ci sono sempre margini di irregolarità di diritti negati, l’osservare i controlli (La supremazia del Capitale sulla vita umana). Invito la Comunità di Faicchio e le attività Commerciali ad abbassare le saracinesche nel momento dei funerali, in segno di forte vicinanza e cordoglio. Il Sindaco e l’Amministrazione Comunale".

Sul drammatico incidente sono in corso le indagini da parte della Procura di Benenvento affidate ai Carabinieri del commando provinciale. È stato nominato anche un consulente tecnico per la perizia sul cestello che si è staccato dal braccio meccanico. Questa è un’altra morte bianca che ha colpito la provincia di Benevento, solo a febbraio dello scorso anno c’è stata un’altra giovane vittima. Nei giorni scorsi è morto sul lavoro un altro giovane ragazzo, di soli 30 anni, ad Andria.