Notte della Taranta: Al Bano inizia a cantare «Felicità» e il pubblico fischia e se ne va

Notte della Taranta: Al Bano inizia a cantare «Felicità» e il pubblico fischia e se ne va

Alla «Notte della Taranta» Al Bano Carrisi non ha convinto il pubblico: più fischi che applausi, nonostante abbia il tentativo di intonare «Felicità» a ritmo di pizzica.

Come da tradizione negli ultimi trent’anni, nell’ultimo sabato di agosto si è tenuta la Notte della Taranta a Melpignano, provincia di Lecce.

Notte della Taranta: un’edizione diversa

L’evento musicale segna la fine dell’agosto salentino, che per molti coincide anche con il ritorno alla routine. Nel 2020 la Notte della Taranta si era tenuta a porte chiuse, mentre quest’anno mille persone hanno potuto assistere all’evento dal vivo.

Tutte distanziate, con il Green Pass e il posto assegnato, naturalmente. Numeri ben diversi da quelli dell’era pre-COVID. Il Fatto Quotidiano ha dedicato un articolo alla serata, sottolineando come sia stata tra luci e ombre. In primis, la musica è iniziata con circa un’ora di ritardo, intorno alle 22.

Inoltre Rai Uno manderà una registrazione dell’evento in onda il 4 settembre in seconda serata, motivo per cui si sono verificati stop continui, false partenze, brani talvolta ripetuti due volte, intermezzi e riprese calcolate per esigenze di regia.

I fischi ad Al Bano

Enrico Melozzi, conduttore della serata, ha giustificato i piccoli disagi ricordando il maltempo dei giorni scorsi, che ha impedito di effettuare regolarmente le prove.

I super ospiti della serata erano Al Bano Carrisi, Madame e il Volo. La seconda è stata probabilmente la più apprezzata dal pubblico, soprattutto quando dopo aver cantato alcuni brani ha iniziato a ballare la pizzica. Uno show inaspettato e al contempo molto gradito dagli spettatori.

Chi invece ha raccolto più fischi che applausi è stato il cantante del posto, Al Bano. Ilaria Mauri de Il Fatto Quotidiano scrive che l’artista di Cellino San Marco è incappato in diverse gaffe e, citiamo testualmente, “in un eccesso di retorica sul Sud nei discorsi che gli autori gli avevano confezionato”.

Inoltre durante i minuti finali del concerto Carrisi ha provato a ‘rifarsi’ intonando il ritornello di “Felicità” a ritmo della pizzica ma una fetta del pubblico ha risposto con “buu” e fischi. Qualcuno si sarebbe perfino alzato andando via infastidito. Una notte da dimenticare per il famoso cantante.