Autore: Luca Macaluso

Alimentazione - Benessere

27
Gen

Mortadella e colesterolo: fa bene o fa male? Ecco la verità

Mangiare la mortadella fa aumentare il colesterolo? Ecco la verità che nessuno si aspettava per quanto riguarda il popolare insaccato.

La mortadella è uno dei più popolari insaccati della tradizione italiana. Un insaccato prodotto da carni suine, con il lardo che vengono cotte dopo essere state insaccate. Alla stregua di tutti gli altri insaccati della tradizione culinaria italiana, anche la mortadella nell’immaginario collettivo è considerata un alimento grasso. Ma è davvero così? Vediamo cosa c’è di vero nel fatto che la mortadella aumenta il colesterolo e se davvero è un alimento che fa ingrassare.

TI POTREBBE INTERESSARE: Attenzione all’aceto, gli esperti dicono che è meglio evitarlo: ecco perchè

La verità sulla mortadella è una cosa che molti non immaginavano

Stranamente rispetto al credo generalizzato, in molte diete viene inserita la mortadella, anche in diete dimagranti. Naturalmente, come ogni cosa, anche la mortadella va consumata con moderazione, senza eccessi. Ma il fatto che la mortadella sia un alimento grasso probabilmente è solo un luogo comune, soprattutto alla luce degli aggiornamenti che il prodotto ha avuto negli anni in quanto a sua produzione.

Tra le altre cose, anche se appare strano ai più, un etto di mortadella ha lo steso contenuto di colesterolo di un etto di spigola o di pollo senza pelle, cibi questi ultimi che notoriamente vengono considerati a basso contenuto calorico e consigliati nelle diete dimagranti o nelle diete salutari anche dai nutrizionisti. Un etto di mortadella per esempio, ha circa 288 calorie, meno di quelle contenute in 100 grammi di pasta o di mozzarella per esempio.

TI POTREBBE INTERESSARE: Cosa succede a chi beve troppo vino? Incredibile, la risposta sorprende tutti!

Oltretutto, la mortadella è meno ricca di sale di tanti altri alimenti che comunemente vengono preferiti quando si cerca di perdere peso o tenere controllata la pressione. Quindi nessun problema per la dieta o per pressione alta quando si mangia la mortadella che può essere consumata tranquillamente senza incorrere in particolari problematiche di salute o di aumento di peso.

Le tecniche di produzione della mortadella

La mortadella di oggi non è quella di una volta, perché le tecniche con cui viene prodotta sono differenti. Inoltre, soprattutto se si consuma un prodotto di qualità, le carni scelte sono molto importanti per la bontà che il consumo del prodotto ha sul nostro organismo.

Da tempo è stato provato che il miglioramento dei metodi di allevamento dei suini, dalla cui carne è prodotta la mortadella, ha ridotto il contenuto di grassi presenti nel prodotto, che dagli anni settanta ad oggi sono scesi dal 40 al 25%. Di conseguenza si sono abbassati anche i contenuti di calorie presenti nell’insaccato. Dal punto di vista nutritivo, un etto di mortadella copre il 34% del fabbisogno giornaliero di omega3 del corpo umano.

TI POTREBBE INTERESSARE: Bere caffè alza il colesterolo? Attenzione, ecco cosa dice l’esperto

La mortadella poi, è ricca di vitamina B, di fosforo, potassio, ferro, zinco e magnesio, cioè con i Sali minerali che sono fattore fondamentale per il corretto equilibrio di un organismo. Va ancora una volta sottolineato il fatto che parliamo di consumo normale di mortadella, senza esagerazioni perché naturalmente, come detto in precedenza, l’abuso può cagionare seri problemi, come qualsiasi altra cosa che si mangia.