Autore: Luca Macaluso

Alimentazione - Benessere

26
Gen

Attenzione all’aceto, gli esperti dicono che è meglio evitarlo: ecco perchè

Tutti i motivi per il quale sarebbe meglio evitare l’aceto secondo gli esperti.

L’aceto è uno dei condimenti più utilizzati in cucina per insaporire i piatti con il suo caratteristico sapore aspro. Come è ben noto, non esiste una sola varietà di aceto, bensì diversi ed ognuno ha delle qualità specifiche. Le più note sono: l’aceto di vino, l’aceto di mele e l’aceto balsamico e sono tutte molto apprezzate. Tuttavia gli esperti consigliano di evitare il consumo di aceto per determinati motivi che illustreremo nei paragrafi seguenti.

TI POTREBBE INTERESSARE: Bere caffè alza il colesterolo? Attenzione, ecco cosa dice l’esperto

La composizione chimica dell’aceto

L’aceto non è altro che il prodotto della fermentazione del vino o di altre sostanze alcoliche. La fermentazione avviene grazie ad alcuni microrganismi chiamati acetobatteri, il quali sono responsabili della trasformazione dell’alcol etilico in acido acetico, il principale componente dell’aceto. Inoltre l’aceto ha un colore caratteristico a seconda della materia prima che viene utilizzata.

L’aceto di vino può essere sia bianco sia rosso mentre l’aceto balsamico ha un colore scuro ed un profumo molto intenso. Quest’ultimo, inoltre è la varietà più conosciuta ed apprezzata al mondo per le sue peculiarità. Come detto, però, gli esperti consigliano di evitare il consumo di aceto, ma per quale motivo?

TI POTREBBE INTERESSARE: Il limone con il miele fa bene? Incredibile, ecco i benefici

L’aceto può causare gravi problemi al nostro organismo

Gli esperti consigliano di evitare di consumare l’aceto, in quanto, essendo un prodotto fermentato può causare gravi problemi al nostro organismo, in particolare l’aceto di vino bianco a causa dell’elevata concentrazione di acido acetico. Questo acido può dare molto fastidio a coloro che soffrono di allergie a lieviti, muffe ed alimenti fermentati, in quanto può creare loro disturbi lievi come il mal di testa e l’orticario, ma può anche sfociare nel più grave shock anafilattico.

Questo alimento, inoltre può causare anemia, in quanto tende a distruggere i globuli rossi ed interferisce anche con i processi digestivi. L’aceto, infatti, ritarda la digestione ed inoltre impedisce l’assorbimento dei cibi. Come se non bastasse, può causare la cirrosi epatica e persino ulcere duodenali ed intestinali. Tutto ciò significa che non dobbiamo più utilizzare l’aceto per condire ed insaporire i nostri cibi? Non è detto, se è vero che l’aceto può avere conseguenze negative sulla nostra salute, è pur vero che ciò accade nel momento in cui se ne abusa.

TI POTREBBE INTERESSARE: Il riso fa ingrassare? Ecco la verità

Come per tutti gli alimenti, se si utilizza in maniera parsimoniosa non arreca nessun problema e potrebbe addirittura dare dei benefici. In definitiva, si all’aceto, ma con cautela e parsimonia, ovvero se si può farne a meno è meglio, ma non è detto che dobbiamo privarcene completamente.