Autore: Luca Macaluso

Alimentazione - Benessere

25
Gen

Il riso fa ingrassare? Ecco la verità

Mangiare il riso fa ingrassare? vediamo le proprietà e i principi nutritivi

Il riso rappresenta il cereale più antico e più famoso al mondo, dal momento che viene consumato dall’uomo da millenni. Pare, infatti, che le prime coltivazioni di riso in Asia possano addirittura essere ricondotte al VI millennio a.C.

L’Italia è uno dei Paesi che produce più riso di tutta l’Europa, un dato che suggerisce quanto il consumo di questo alimento sia diffuso e la varietà più consumata nella nostra Penisola è il chicco della Oryza sativa. Il riso ha innumerevoli proprietà e il suo impiego assicura diversi effetti benefici e salutari per il nostro organismo.

Il riso contiene, ad esempio, la lisina, un amminoacido che favorisce la formazione di anticorpi, enzimi ed ormoni, è un alleato dei capelli e agevola la fissazione del calcio nelle ossa; è un alimento poco allergizzante, contiene acidi grassi essenziali e potassio. Tuttavia, ci si chiede da sempre se tale alimento faccia ingrassare, soprattutto rispetto alla pasta.

TI POTREBBE INTERESSARE: Mangiare cibo per gatti: ecco cosa succede se lo fai

Riso o pasta? Ecco cosa è preferibile consumare per non ingrassare

Il riso ha la caratteristica di essere molto digeribile, non contiene glutine e quindi è adatto a coloro che soffrono di celiachia che possono farne tranquillamente uso, e ha la capacità di regolarizzare la flora batterica intestinale.

Dunque, si può affermare con certezza che questo alimento sia un ottimo alleato del nostro benessere fisico, ma anche per la linea esso rappresenta un valido aiuto, innanzitutto perché è un’ottima fonte di carboidrati semplici che hanno la capacità di essere subito metabolizzati dal nostro corpo senza accumulare grassi.

Nello specifico, grazie all’amido di cui è ricco, il riso incamera molta più acqua rispetto alla pasta e, a cottura ultimata, è in grado di triplicare il proprio peso, motivo per il quale possiede un potere saziante più alto della pasta, alla quale va nettamente preferito. Dunque, se ci si trova a dover scegliere tra un piatto di riso e uno di pasta e si vuole optare per quello meno calorico senza rischiare di compromettere la propria silhouette, è sempre meglio prediligere il primo.

TI POTREBBE INTERESSARE: Succo di limone al mattino: ecco cosa succede al nostro corpo

Il riso può provocare l’obesità?

Il riso, in definitiva, non fa ingrassare, esso contiene molte fibre e antiossidanti, ha un ridotto contenuto di sodio, capacità disintossicanti e possiede molte vitamine del gruppo B. Recentemente, uno studio diretto dal Doshisha Women’s College of Liberal Arts di Tokyo ha messo in evidenza che coloro che mangiano abitualmente riso non rischiano di diventare obesi, in quanto tale alimento, sia bianco, sia integrale o sotto forma di farina, non fa ingrassare.

Tuttavia, occorre farne un uso moderato poiché se si eccede nelle quantità si può incorrere nel diabete di tipo 2 e nella sindrome metabolica. Dunque, via libera al riso sia come protagonista di gustose e frugali insalate sia cucinato con il pesce per appetitosi e salutari risotti.