Monopattini elettrici, nuove regole all’orizzonte? Ecco casco e assicurazione obbligatoria

Monopattini elettrici, nuove regole all'orizzonte? Ecco casco e assicurazione obbligatoria

I monopattini elettrici spesso sono stati al centro di casi di cronaca a seguito di non pochi incidenti stradali negli ultimi mesi. Ora arrivano le regole per gli utilizzatori.

Nuove regole in vista per chi preferisce muoversi in città e nei centri abitati, usando i monopattini elettrici. Anche a seguito della pandemia, tante persone negli ultimi mesi hanno preferito usare bici o monopattino elettrico per i motivi più diversi. A dire il vero non senza mettere a rischio la propria incolumità, quella dei pedoni e anche quella degli automobilisti.

Infatti, non tutti hanno dimostrato di saper o voler guidare i monopattini elettrici con prudenza e attenzione, esibendosi talvolta in manovre fin troppo spericolate. In circostanze come queste, l’incidente stradale - anche di una certa gravità - è dietro l’angolo. E i numerosi casi di cronaca lo testimoniano.

Ecco perchè, proprio in questi giorni, al Senato è stato presentato un disegno di legge che dispone una articolata regolamentazione dell’utilizzo dei monopattini elettrici. Nel testo, sono punti nodali i limiti di velocità; l’obbligatorietà di casco, del giubbotto retroriflettente e dell’assicurazione; ma anche le regole per la sosta e, soprattutto, le norme di comportamento da osservare durante il percorso in monopattino.

In base alle ultime notizie, si sa che il testo deve ancora essere assegnato in Commissione. Ma vi sono discrete probabilità che presto sarà varata una nuova dettagliata regolamentazione sull’utilizzo dei monopattini elettrici sulla rete viaria italiana.

Monopattini elettrici: in vista un apparato di regole per garantire la sicurezza stradale

Insomma, pare che ben presto vi saranno nuove norme, mirate a garantire la sicurezza nella circolazione dei mezzi di trasporto, in un ambito come quello dei monopattini elettrici, su cui finora non è presente alcuna regolamentazione puntuale e specifica.

Se il disegno di legge andrà in porto e sarà dunque approvato, chi sfreccerà nei centri città, o continuerà a sostare selvaggiamente sui marciapiede, rischierà dunque una multa. Ciò si può cogliere nel DDL presentato a Palazzo Madama, da un gruppo di parlamentari del PD, a prima firma di Gianni Pittella.

Il testo - che come sopra accennato deve essere ancora assegnato in Commissione per il consueto iter - è suddiviso in 7 articoli che avrebbero la finalità di regolare in modo compiuto l’uso dei monopattini elettrici. All’orizzonte norme sui minori, sulla sosta, sulle strade percorribili, sulla velocità massima, sulla condotta da tenere, sul casco e sulle assicurazioni.

Assicurazione obbligatoria per chi guida i monopattini elettrici

In questo quadro assai articolato di norme, che contempla altresì l’obbligo di effettuare i primi soccorsi in ipotesi di incidente e il divieto di usare cellulare e auricolari per la musica durante il tragitto, abbiamo l’introduzione dell’assicurazione obbligatoria , da più parti sentita come un obbligo da imporre a chi guida i monopattini elettrici.

Infatti, il secondo articolo del testo comporta che sia firmata un’assicurazione di responsabilità civile da parte di chi intende guidare servendosi di questi mezzi. Ciò "a tutela del conducente e dei terzi in caso di incidenti con persone, animali o cose", si può leggere nel testo del disegno di legge.

Altrimenti, il rischio concreto è quello di incappare in salate sanzioni amministrative, da 500 a 1.500 euro, inflitte a chi viene sorpreso a circolare senza averla sottoscritta.

Rischio di sanzioni pecuniarie anche per le imprese che offrono il noleggio di questi mezzi

Multe ancora più salate sono previste all’ultimo articolo del DDL sulle nuove regole per l’uso dei monopattini elettrici. Infatti, all’art. 7 sono affrontati gli obblighi di chi offre il servizio di noleggio di questi mezzi. Le imprese del settore devono garantire in particolare l’assicurazione responsabilità civile al mezzo, per coprire contro eventuali danni provocati dai conducenti e o gli incidenti al conducente.

Non solo. Esse debbono anche verificare l’età del conducente; e fornire, se richiesto dal cliente, il casco e il giubbotto retroriflettente. Altrimenti possono vedersi comminare multe anche fino a 3mila euro in ipotesi di violazione.

Concludendo, dobbiamo però rimarcare che nel testo non vi è menzione dell’obbligo di targa per i monopattini elettrici. Staremo dunque a vedere come si svilupperà l’iter di questo disegno di legge.