Autore: B.A

Meloni contro Conte: “Lei sta chiedendo una legge che dica Pieni Poteri a Giuseppe Conte”

Pesante intervento di Giorgia Meloni alla Camera, durante la seduta per l’informativa urgente del Presidente Conte.

Oggi sia a Palazzo Madama che a Montecitorio, era in programma l’informativa urgente del Presidente Conte sulle iniziative del governo in materia economica. Le due sedute sono state l’occasione per sottolineare le posizioni di tutte le forze politiche che siedono tra gli scranni delle due Aule parlamentari.

Le opposizioni continuano a criticare apertamente e duramente i metodi utilizzati dal governo in questa fase di emergenza, soprattutto i metodi usati dal Premier, Giuseppe Conte. Tra le più critiche, Giorgia Meloni, la leader di Fratelli d’Italia che è intervenuta oggi a Montecitorio, a margine della lunga trattazione che Conte ha riservato a entrambe le aule. E come suo solito, la Meloni non ha lesinato parole al vetriolo contro Conte e il suo operato.

Il comportamento di Conte non è più tollerabile

Nel suo intervento, la Presidentessa di Fratelli d’Italia, critica apertamente i metodi che il Premier Conte usa in questa delicata fase di emergenza sanitaria ed economica nel Paese.

“Glielo dico con pacatezza ma con determinazione. Questo non è più tollerabile’’, queste le parole della Meloni che si riferisce al fatto che il Parlamento no viene in alcun modo informato preventivamente di quello che il Premier decide di adottare. Una critica che un po’ tutte le forze di opposizione rinfacciano al Premier da tempo, fin dall’inizio dell’emergenza.
Il continuo ricorso al voto di fiducia per ogni Dpcm e il fatto che ogni proposta della minoranza venga respinta dalla maggioranza fanno si che le opposizioni siano messe fuori da qualsiasi decisione, che sia sul campo economico e sociale.

’’L’Italia non è un reality show e non vogliamo che lei la trasformi in un reality show’’, così la Meloni a Conte, sottintendendo il fatto che così operando, il Premier cerca visibilità assoluta e solo per se stesso. Il riferimento è alle conferenze stampa di Conte, dove sempre lui in prima persona diffonde le notizie sulle iniziative del governo, che sono prese in maniera autoctona da lui, nonostante l’Italia sia una Repubblica basata sulla democrazia.

I Pieni Poteri

E poi, la Meloni ha riportato in auge un termine che in estate è stato tra i più discussi, riferiti però al leader della Lega Salvini, il nemico pubblico numero uno di Conte, del Governo e delle forze di maggioranza. I Pieni Poteri, quelli che in una intervista chiese Salvini al popolo, e che Pd, M5S ed anche il Premier, contestarono duramente. Proprio il Premier disse che un leader di una forza politica che chiede i Pieni Poteri mette paura. Ed oggi la Meloni ha attaccato il Premier proprio sui Pieni Poteri.

’’Lei ci sta chiedendo una legge che dice Giuseppe Conte ha pieni poteri e mi ricordo quando lei disse al senatore Salvini che citò la locuzione pieni poteri durante un comizio: Matteo, questa tua concezione mi spaventa. E si figuri quanto spaventa noi che oggi ci chiede pieni poteri e non ha mai pensato alle elezioni. La misura è colma’’, questo il pesantissimo intervento della Meloni.

«Non accetto l’accusa di essere irresponsabile perché ora chiediamo la riapertura. Oggi non ha senso trattare la Basilicata rispetto ai territori più colpiti. E’ assolutamente sbagliato riaprire per settori. Io penso che un parrucchiere possa essere più sicuro di un minimarket, dipende dalle prescrizioni», così la Meloni ha voluto spiegare il fato che Fratelli d’Italia chiede un allentamento delle misure restrittive e maggiori aperture.