Autore: Liliana Terlizzi

Stati Uniti - Facebook

Mark Zuckerberg ha bloccato Donald Trump da Facebook e Instagram

Drastica decisione di Mark Zuckerberg: l’ormai ex presidente Donald Trump non potrà usare i suoi profili ufficiali Facebook e Instagram a ’tempo indefinito’.

Quanto successo ieri negli Stati Uniti d’America (quando in Italia erano le 22 circa) ha avuto pesanti ripercussioni sull’opinione pubblica americana e mondiale.

Basta social per Trump

Sono in molti a credere che se Donald Trump non avesse sostenuto continuamente la tesi delle elezioni truccate, quanto successo ieri sera si sarebbe evitato.

Oggi Joe Biden è stato ufficialmente nominato nuovo Presidente degli Stati Uniti d’America. A Donald Trump, dunque, rimangono altri 13 giorni da POTUS.

Eppure la sua esperienza potrebbe terminare anche prima dei 13 giorni rimanenti: sono in molti a chiedere l’adozione del 25esimo emendamento, che solleverebbe immediatamente Trump dall’incarico.

Quel che è certo è che per qualche giorno l’ormai ex numero 1 della Casa Bianca non potrà usare i social. Dopo Twitter, che aveva etichettato numerosi suoi tweet come ’fake news’ nei mesi scorsi e che ieri ha a sua volta bloccato l’account, anche Facebook ha adottato una decisione molto drastica.

Lo ha annunciato lo stesso numero 1 dell’azienda, Mark Zuckerberg, sul suo profilo Facebook: gli account di Trump saranno bloccati ’a tempo indefinito’.

L’annuncio di Zuckerberg

Più nello specifico Zuck ha scritto che lo saranno almeno fino a quando il tycoon non uscirà ufficialmente dalla Casa Bianca.

In sostanza si vuole evitare che, sfruttando i suoi milioni di seguaci, Trump continui a gettare benzina sul fuoco, dopo la giornata da incubo di ieri a Washington, durante la quale 4 persone hanno perso la vita.

Non è chiaro cosa succederà nello specifico con Facebook e Instagram, mentre su Twitter Trump (o chi per lui) ha rimosso i tre tweet ritenuti ’pericolosi’, nella speranza che almeno sul social dei ’cinguettii’ riesca a comunicare nuovamente in tempi brevi.

La sua presidenza è finita con una giornata storica (non succedeva dal 1812 che Capitol Hill venisse occupato) ma tragica, con 4 decessi accertati e almeno 6 persone in ospedale. Molti, negli USA e nel mondo, non ne sentiranno la mancanza.

LEGGI ANCHE: Jim Carrey vs. Donald Trump: «il clown assassino è venuto per uccidere la verità»