Autore: Liliana Terlizzi

Coronavirus

Mantova: le luci di Natale sono a forma di coronavirus, in paese scoppia la protesta

Le luminarie natalizie somigliano troppo al coronavirus: Comune in provincia di Mantova travolto dalle polemiche

Bufera sulle luci natalizie installate a Solferino, in provincia di Mantova. Secondo alcuni cittadini, la forma di una delle luminarie in mostra in piazza Marconi assomiglierebbe troppo a quella del Sars-Cov-2, il virus responsabile della pandemia di Covid-19.

Casualità o no, la somiglianza è innegabile e sta dividendo parecchio l’opinione pubblica. I gruppi social locali sono in fermento.
A sollevare la questione è stato anche il capogruppo di minoranza Andrea Castelletti che, pubblicando una foto delle luci in questione, ha commentato con ironia mista a imbarazzo: “Luminarie al tempo del Covid...”, aggiungendo poi due emoji che rappresentano una faccia sotto choc.

Come lui, in tanti hanno considerato le luminarie "di cattivo gusto” in un momento come questo. Altri, invece, dando per scontato che si sia trattata solo di una casualità, si sono detti felici per il colpo d’occhio: “Rallegrano il cuore in questo brutto momento”.

La stessa polemica anche in provincia di Lucca

Solferino non è l’unico Comune alle prese con una polemica del genere. Le luminarie a forma di Coronavirus sono apparse anche a Marina di Pietrasanta, in provincia di Lucca.

Qualche settimana fa l’Amministrazione Comunale è stata oggetto di fortissime critiche sia per la forma delle luminarie, sia per l’eccessiva spesa destinata dal Comune per illuminare il lungomare cittadino. Soldi che in un momento come questo sarebbero potuti servire per aiutare le famiglie in difficoltà.

Anche in questo caso, tuttavia, ci sono stati molti cittadini che hanno difeso la decisione dell’Amministrazione locale. La più contenta sembrerebbe essere l’assessore agli eventi Francesca Bresciani, colei che ha scelto le luci.

“Mi fa piacere che rispetto a sabato i commenti sui social siano stati molto più a favore di queste luci e che tutti le abbiano apprezzate. E’ lo spirito che avrebbe dovuto esserci fin dall’inizio, lasciando perdere sterili polemiche di cui non avvertivamo il bisogno” ha dichiarato l’assessore dopo aver raccolto il sostegno di molti concittadini.