Maneskin, i Cugini di Campagna li attaccano: «Basta copiare il nostro stile»

Maneskin, i Cugini di Campagna li attaccano: «Basta copiare il nostro stile»

I Cugini di Campagna hanno attaccato (in maniera scherzosa?) i Maneskin, rei di «aver copiato» il look che rimanda alla bandiera degli Stati Uniti d’America sfoggiato diversi anni fa da Nick Luciani.

Una delle notizie di spettacolo più discusse durante il weekend appena trascorso è stata quella dell’esibizione dei Maneskin all’Allegiant Stadium.

I Maneskin aprono il concerto dei Rolling Stones

Il gruppo rock italiano, dopo la vittoria a Sanremo del marzo di quest’anno, sta vivendo il suo periodo di maggiore popolarità. Anche all’Eurocontest, “Zitti e buoni” ha convinto (quasi) tutti e l’Italia ha portato a casa l’ennesimo trofeo del 2021.

All’Allegiant Stadium di Las Vegas, il quartetto ha avuto l’onore di aprire il concerto di un gruppo di leggende viventi della musica rock: i Rolling Stones.

Vista la propria popolarità negli States, la band romana ha deciso di omaggiare la nazione a stelle e strisce presentandosi sul palco indossando, per l’appunto, vestiti che ricordano la bandiera degli USA.

L’ennesima scelta pubblicitaria azzeccata, apprezzata molto dal pubblico presente allo Stadium e da chi ha seguito l’evento da casa. Eppure c’è anche qualcuno che ha scatenato una polemica sull’aspetto di Damiano, Victoria, Ethan e Thomas.

La polemica dei Cugini di Campagna

Quel qualcuno sono i Cugini di Campagna, gruppo pop italiano fondato nel 1970 e molto popolare in Italia nel secolo scorso.

Nel tardo pomeriggio di domenica 7 novembre, sulla loro pagina Facebook ufficiale è comparso un post che, senza troppi giri di parole, accusa i Maneskin di averli “imitati nel vestire”. Non solo: il post finisce con un ordine perentorio in caps lock: “BASTA COPIARE I NOSTRI ABITI”.

A dimostrazione di quanto scritto, c’è anche una foto comparativa di Damiano dei Maneskin la sera del 7 novembre e una di Nick Luciani di diversi anni fa, che effettivamente indossa un vestito molto simile ispirato alla bandiera americana.

Il tono sembra serio ma c’è anche chi sostiene che i CdC abbiano lanciato una provocazione goliardica su un trending topic. Anche perché poco tempo fa la stessa band pop aveva realizzato una cover di “Zitti e buoni”. Sui social i Cugini hanno invitato più di una volta i più giovani colleghi a realizzarne una di “Anima mia”. Per ora, però, l’agenda del quartetto rock è pienissima di impegni.