Macerata: suona alla porta mentre dentro c’è la perquisizione e lo trovano con 30g di droga

Macerata: suona alla porta mentre dentro c'è la perquisizione e lo trovano con 30g di droga

Un uomo di origini ghanesi, ignaro dei controlli anti-droga in corso presso il domicilio di un suo amico, ha bussato il campanello: con sè aveva 30g di marijuana

Nel corso di un servizio interforze che ha avuto luogo lo scorso giovedì sera a Macerata, in occasione del cosiddetto «Giovedì Universitario», le forze dell’ordine hanno effettuato alcuni controlli su soggetti attenzionati.

In particolare, nel corso di una perquisizione presso il domicilio di un uomo di origini ghanesi, già noto alle forze dell’ordine, la Polizia ha rinvenuto circa 30 grammi di marijuana. Il proprietario ha dichiarato che la droga era per uso personale.

I Poliziotti sorprendono un altro uomo in possesso di droga

Mentre la perquisizione era ancora in corso, un altro soggetto, anch’esso di origini ghanesi, ha bussato alla porta, ignaro dei controlli anti-droga in corso. Gli agenti hanno deciso di sottoporre anche lui a perquisizione personale, rinvenendogli addosso altri 30 grammi circa di marijuana.

Dopo gli accertamenti del caso, quest’ultimo è risultato destinatario di un provvedimento emesso dal Questore di Macerata nel giugno del 2019, con il quale gli era stato intimato di lasciare l’Italia. L’uomo è stato quindi accompagnato presso gli uffici della Questura e fotosegnalato, in quanto privo di documenti.

In un secondo momento è stato affidato all’Ufficio Immigrazione per dare seguito al decreto di espulsione. L’altra persona sorpresa in possesso della sostanza stupefacente è stata invece segnalata all’autorità competente.

Le altre operazioni svolte in questi giorni dalle Forze dell’Ordine a Macerata

I controlli anti-droga sono proseguiti anche nella giornata di venerdì, nel corso della quale i Carabinieri della Compagnia di Macerata hanno effettuato un servizio straordinario finalizzato al contrasto dello spaccio e del consumo degli stupefacenti presso alcuni punti sensibili della città.

I militari hanno effettuato controlli presso l’Istituto Agrario in via Galilei, l’Istituto d’Istruzione Superiore «Bramante-Pannaggi» di via Gasparrini, il terminal dei bus, lo scalo ferroviario, i parchi pubblici e altri luoghi in cui i giovani sono soliti ritrovarsi.

Nel corso delle operazioni presso l’Istituto Agrario, condotte insieme alla dirigente scolastica, i carabinieri hanno ispezionato alcune classi. Il servizio è stato eseguito dai militari delle Stazioni e del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Macerata, con il supporto delle unità cinofile del nucleo di Pesaro.

L’unità cinofila chiamata Kevin, che ha preso parte all’operazione, ha trascorso buona parte della mattinata in compagnia degli studenti e delle studentesse degli Istituti sottoposti ai controlli. Al termine delle operazioni il cane ha anche raccolto la simpatia dei giovani e degli insegnanti.

Le Forze dell’Ordine hanno fatto sapere che tali attività di prevenzione e contrasto, con particolare riferimento alla vigilanza in prossimità dei plessi scolastici, continueranno ad essere svolte quotidianamente per tutto il periodo scolastico. Lo scopo è quello di disincentivare il consumo di sostanze stupefacenti da parte dei giovani studenti.