Autore: B.A

2
Feb

Ma quale crisi centrodestra: Lega, Meloni e Centrodestra ancora vicini al 50%

Se qualcuno pensava che la sconfitta in Emilia Romagna da parte del Centrodestra fosse un primo step della inevitabile caduta dal punto di vista dei consensi di Salvini, Meloni, Berlusconi e dei loro partiti, era fuori strada. L’entusiasmo del governo, con Conte che parlava di sconfitta di Salvini, o di Zingaretti, che ha festeggiato la vittoria emiliana di Bonaccini, adesso sta via via scemando.
Probabilmente aveva ragione chi sottolineava come ci fosse poco da essere contenti. Si girava in due Regioni con Governatori uscenti del Centrosinistra. Di queste, una, l’Emilia Romagna, che da 50 anni non è guidata da nessuno che non sia di centrosinistra su due, il PD ne ha persa una, la Calabria e pure nettamente. In Emilia Romagna, anche grazie al voto disgiunto, alle sardine ed al fatto che l’Emilia Romagna è sempre rossa, il PD più che vincere ha salvato la pelle. E l’ondata di consensi per il centrodestra continua inesorabilmente a crescere, con Fratelli d’Italia che è vicino a superare il Movimento 5 Stelle diventando la terza forza politica italiana. Questo ciò che dice un sondaggio di Youtrend e ciò che riporta il quotidiano Libero del direttore Seinaldi.

Giorgia Meloni all11%

Ma quale «effetto Emilia-Romagna»!, così Libero affronta e commenta il nuovo sondaggio di Youtrend. La Lega continua a veleggiare oltre il 30% e tutto il centrodestra è crescita, tanto è vero che i numeri della rivelazione statistica sottolineano che, Salvini e Company sfiorano la maggioranza assoluta, cioè il 50%.
Smontata drasticamente la tesi che il post Vito emiliano romagnolo è una anticamera della repentina caduta di Matteo Salvini in materia di consenso. La Lega ha perso lo 0,1% nelle due ultime settimane, quelle successive al voto in Emilia Romagna e Calabria. Pochissimo, perché la Lega resta stabilmente sopra il 30%.
La Lega si assesta al 30,7%, Fratelli d’ Italia è arrivato all’ 11,3%, mezzo punto in più di due settimane fa quando era al 10,7%. Forza Italia, resta stabile al 6,5%. Il centrodestra, con tutte le sigle minori arriverebbe al 49,5%, ad un passo dalla maggioranza assoluta se le intenzioni di voto venissero confermate in cabina elettorale e se si andasse a votare adesso.

Nulla sembra cambiato dalle europee ad oggi

I numeri, anche se solo statistici e solo relativi ad un sondaggio, sono pari a quelli delle elezioni europee dello scorso maggio. La Meloni ha preso l’8,6% in Emilia Romagna, nettamente di più di quanto ne prese nel 2014 (nemmeno il 2%). E Salvini, pur sconfitto, ha portato la Lega al 32%, nemmeno 3 punti dal PD. La Meloni oltretutto, sta avvicinando il Movimento 5 Stelle a livello nazionale. Infatti i grillini sono scesi al 15% rispetto a due settimane fa , un calo di 0,7 punti.