Lutto nel mondo del calcio, trovato morto in garage l’ex calciatore dell’Avellino: aveva 31 anni

È stato trovato morto nel suo garage, lascia la moglie e due figlie

L’ex calciatore dell’Avellino è stato trovato morto nel suo garage nella casa a Battipaglia. Lascia la moglie e due bambini, l’ultimo ingaggio a Salerno.

Ex calciatore dell’Avellino è stato trovato morto: aveva 31 anni

Stiamo parlando di Filippo Viscido, l’ex centrocampista dell’Avellino si è tolto la vita ieri a Battipaglia dove risiedeva con la famiglia. Aveva solo 31 anni. Dopo l’ultimo contratto con la Salernum Baronissi aveva deciso di prendersi una pausa in attesa di ricevere una nuova chiamata.

La sua carriera è iniziata nel 2008 nel Pomigliano, ha giocato nel Canavese, nell’Avellino quando era in Serie D, nel Battipagliese, nel Campobasso, Savoia, Potenza, Sorrento, Licata e Chieti. L’ultima sua esperienza è stata nella Salernum Baronissi.

Si era fermato a causa dello stop delle categorie minori a causa della pandemia da Coronavirus. È stato trovato senza vita in un garage a ridosso di Via Baratta nel rione Sant’Anna. Ora le forze dell’ordine stanno cercando di ricostruire la vicenda, secondo gli inquirenti potrebbe trattarsi di un suicidio. Filippo Viscido è stato trovato impiccato. È stato aperto un fascicolo dalla Procura per accertare le cause e l’esatta dinamica della morte.

Filippo Viscido, ex calciatore dell’Avellino, fermo per la pandemia, trovato impiccato nel garage di casa

Il centrocampista avrebbe compiuto 32 anni il 5 giugno, lascia la moglie Mina e due figli, Noemi e Domenico. Il ritrovamento è avvenuto nella serata di ieri, domenica 16 maggio. Sono tanti i messaggi in sua memoria, tra questi anche quello di Dino Fava Passaro, l’ex attaccante dell’Udinese, del Bologna e della Salernitana. Sui social ha condiviso una foto che li ritrae insieme, i due avevano giocato insieme nell’ Afragolese. Queste le sue parole: «Poi all’improvviso ti arrivano quelle notizie che ti sconvolgono la giornata. Perché Filippo Viscido grande uomo, grande guerriero.. riposa in pace amico mio». Molti colleghi del mondo del calcio lo stanno ricordando ed hanno voluto offrire il loro contributo al giocatore scomparso. La squadra dell’Avvelino in cui Filippo ha giocato tra il 2009 e il 2011 ha pubblicato una foto sul proprio sito intitolata «Ciao Pippo».

Anche la Cavese ha espresso il suo cordoglio per la prematura scomparsa del calciatore, in questa squadra Viscido aveva fatto le sue prime esperienze nel mondo del calcio. «Era cresciuto nel vivaio bleufoncé Filippo Viscido, ex centrocampista aquilotto - si legge in un post sui social - scomparso nelle scorse ore in circostanze tragiche a soli 32 anni (li avrebbe compiuti il 5 giugno), lasciando la moglie e due figli. Pippo, come era chiamato da tutti i suoi compagni, aveva indossato la prima maglia della Cavese a soli 15 anni, facendo parte della formazione Allievi Regionali allenata da Alfonso Contaldo».

Ha voluto ricordarlo anche l’ Amministrazione comunale di Battipaglia, la sindaca Cecilia Francese scrive: «Sgomenti, apprendiamo con profondo dolore la prematura scomparsa di Filippo Viscido, giovane battipagliese. Filippo era una persona educata, buona, e profondamente legata alla propria città. Giungano da parte di questa amministrazione le più sentite condoglianze alla famiglia» .