La7, ospite di Giletti il dentista del braccio in silicone: «Ho dovuto piegarmi al sistema»

L’ormai celebre dentista che si è recato nel centro vaccinale di Biella con un braccio in silicone è stato ospite su La7 da Massimo Giletti, dove ha annunciato di essersi sottoposto al siero anti-COVID.

Una delle notizie più bizzarre diventate virali negli ultimi giorni è senza dubbio quella dell’uomo di Biella che si è presentato in un centro vaccinale della sua città con una protesi di silicone ’al posto’ del braccio.

I fatti e le polemiche

Ad aggiungere ilarità al quadro è un dettaglio non da poco: il soggetto in questione è un dentista, dunque un medico a tutti gli effetti. L’uomo si era presentato venerdì mattina in un hub vaccinale di Biella con una protesi di silicone ‘al posto’ del suo braccio. Era realmente convinto che gli infermieri non se ne accorgessero e ‘bucassero’ l’oggetto al posto della sua vena.

Dopo essere stato scoperto dallo staff sanitario, l’uomo ha perfino implorato di avere un attestato di vaccinazione pur non essendosi sottoposto alla puntura. «Mi serve per lavorare», ha detto alle infermiere con cui si è interfacciato.

La sua storia ha fatto il giro dei siti web italiani di notizie e anche alcune testate internazionali ne hanno parlato, vista l’attenzione massima sull’argomento vaccini e vista la bizzarria del gesto. Qualcuno si è limitato a ridere, qualcun altro l’ha presa più seriamente e ha reputato l’episodio un’offesa inaccettabile.

Russo: «Mi sono vaccinato»

Dopo diversi giorni in cui si è parlato di lui e in cui è stato additato di essere un no-vax, Guido Russo si è presentato in studio da Massimo Giletti dietro invito del conduttore di La7. A “Non è l’Arena” di ieri mercoledì 8 dicembre, il dentista ha dichiarato di essersi vaccinato (il giorno dopo), nonostante tutto.

Russo ha dichiarato: «Mi sono dovuto piegare al sistema, non sono riuscito a suscitare l’audience che volevo in quel momento, mi sentivo giù di morale. Poi mi sono detto ’devo fare il vaccino perché ho bisogno di lavorare’.»

Russo ha fatto sapere che la sua era una provocazione utile a far sentire la sua voce dissidente. A suo avviso l’obbligo vaccinale è sbagliato per chiunque, perfino per i medici e i sanitari.

In studio era presente anche il suo avvocato, che ha fatto sapere che il medico è finito sotto indagine dalla Procura e che l’ormai celebre braccio è stato sequestrato dalle autorità.