Il leader di Forza Nuova contrario al Green Pass entra all’Olimpico con il Green Pass

Il leader di Forza Nuova contrario al Green Pass entra all'Olimpico con il Green Pass

Giuliano Castellino, leader di Forza Nuova e tifoso della Roma, è entrato allo stadio Olimpico con il Green Pass, misura a cui si era detto fortemente contrario.

Gli stadi italiani della Serie A hanno riaperto al pubblico. Per ora solo con una capienza ridotta del 50% e con l’obbligo di presentare di Green Pass all’ingresso.

I tifosi no Green Pass

Come noto, il Green Pass si ottiene in tre modi: dopo l’avvenuta vaccinazione, a seguito della guarigione dal COVID-19 oppure dopo un tampone molecolare negativo. In quest’ultimo modo il certificato dura ‘solo’ 48 ore.

C’è una percentuale di italiani che è contraria al Green Pass e lo ritiene una forma di moderna schiavitù o controllo sociale. Eppure proprio da oggi 1° settembre inizia una nuova stretta: il certificato sarà essenziale anche per viaggiare sui treni a medio-lunga percorrenza.

Il Green Pass, come detto, serve anche per accedere negli stadi di calcio. La seconda partita casalinga della stagione della nuova Roma di Mourinho è stata il match di ritorno di Conference League contro il Trabzonspor, disputata il 26 agosto.

All’Olimpico, nonostante il giovedì sera di agosto, si è rivisto un numero soddisfacente di spettatori. Tra loro c’era anche Giuliano Castellino.

Castellino e il tampone negativo

Non è un nome e cognome qualsiasi: Castellino è il leader di Forza Nuovo, partito di estrema destra. Tutti gli iscritti al movimento sono contro il Green Pass ed hanno manifestato pubblicamente più volte la loro contrarietà alla misura sanitaria adottata in alcuni paesi europei.

Eppure Castellino per accedere agli spalti della Curva Sud ha dovuto munirsi di Green Pass. Vaccinato? Pare proprio di no. Il tifoso della Roma ha chiarito a Repubblica che è entrato allo stadio col certificato di un tampone negativo a cui si è sottoposto alcune ore prima della partita.

Alcune settimane fa, a inizio agosto, il movimento capeggiato da Castellino aveva rilasciato un comunicato con tema centrale proprio il Green Pass. “Chiunque, militante o dirigente, per qualunque ragione si adeguasse a questa intollerabile e, nelle intenzioni del sistema, definitiva operazione di controllo sociale (ovvero il Green Pass, ndr) subirà l’immediata e irrevocabile espulsione da Forza Nuova”.