Autore: Fabio Antonio Cerra

Apple - Amazon - Google

I giganti della tecnologia che hanno guadagnato dalla pandemia

Ci sono aziende che dalla pandemia da Coronavirus non ci hanno perso ma solo guadagnato, una su tutte Amazon, la creatura di Jeff Bezos ha fatto segnare ancora una volta ricavi record

Se è vero che la pandemia da Coronavirus ha rallentato la crescita di tutte le economie mondiali, è anche vero che alcune delle grandi aziende del tech – e non solo –, hanno visto segnare un balzo in avanti dei loro bilanci durante i periodi di lockdown avvenuti nei mesi scorsi in praticamente ogni parte del mondo.

Stiamo parlando delle big company del tech, tra le quali annoveriamo Facebook, Alphabet, Apple e, dulcis in fundo, Amazon. Nello stesso periodo in cui l’economia degli Stati Uniti d’America collassava su sé stessa, arrivando a segnare nel secondo trimestre dell’anno un gravissimo -32,9%, le grandi aziende del tech hanno fatto segnare risultati addirittura migliori di quelli inizialmente previsti.

Apple ha annunciato profitti in volata dell’11% a 11,13 miliardi di dollari, e ricavi oltre le attese per 59,7 miliardi (+11%). Basti pensare che le vendite degli iPhone hanno superato le attese di oltre 4 miliardi: i ricavi derivanti dalle vendite degli iconici smartphone si sono attestati infatti a 26,42 miliardi di dollari.

La società che controlla Google, Alphabet, ha registrato il suo primo calo dei ricavi ma inferiore alle previsioni inizialmente previste. La flessione è stata infatti di appena il 2%.

Facebook ha registrato un aumento dell’11% del giro d’affari rispetto allo stesso periodo del 2019, dato però più basso da 8 anni. Contestualmente i profitti del colosso di proprietà di Mark Zuckerberg sono raddoppiati salendo a quasi 6 miliardi, e questo per merito soprattutto delle inserzioni pubblicitarie.

Amazon ricavi record

Ma il vero vincitore della pandemia è stato senza dubbio Jeff Bezos, che con il suo gigante dell’e-commerce, Amazon, ha visto raddoppiare i profitti a 5,2 miliardi di dollari in un solo anno, mentre i ricavi sono schizzati del 40% arrivando a ben 88,9 miliardi.

E’ notizia di appena qualche settimana fa, che lo stesso fondatore di Amazon ha fatto registrare un incremento record del suo patrimonio netto di ben 13 miliardi di dollari. Il patrimonio di Bezos ha visto lievitare costantemente il valore delle sue azioni nel corso della prima metà del 2020.

Da inizio anno la fortuna del fondatore di Amazon è passata da 74 miliardi a 189,3 miliardi di dollari. Patrimonio netto che supera l’intero Pil del Qatar (183 miliardi di dollari), e che si trova a soli 16 miliardi da quello della Nuova Zelanda.

Utili anche per Tesla

Nonostante la pandemia da Coronavirus, per la prima volta nei suoi 17 anni di storia Tesla ha registrato un quarto trimestre consecutivo in utile.

Dall’inizio dell’anno il titolo ha infatti guadagnato il 280%, e durante il mese scorso Tesla ha addirittura superato Toyota, diventando così la casa automobilistica di maggior valore al mondo a livello di capitalizzazione.

Nel giro qualche anno Tesla ha dimostrato quello che le altre case automobilistiche pensavano fosse impossibile realizzare, ovvero fare profitti con auto elettriche.