Grande Fratello Vip: Manuel Bortuzzo in piedi sulle sue gambe

Grande Fratello Vip: Manuel Bortuzzo in piedi sulle sue gambe

Emozione al Grande Fratello quando il ragazzo ha lasciato la sedia a rotelle e ha cominciato a girare per la casa

Manuel Bortuzzo in piedi al Grande Fratello Vip. Un’immagine che ha emozionato, non solo i suoi coinquilini, ma anche il pubblico televisivo che segue la diretta, 24 ore su 24, dalla casa.

L’ex promessa del nuoto, finito in sedia a rotelle nel febbraio del 2019, dopo essere stato colpito da un proiettile in un agguato, mentre passeggiava con la sua fidanzata Martina in piazza Eschilo nel quartiere Axa di Roma, ha sorpreso i suoi compagni.

Manuel Bortuzzo in piedi sulle sue gambe

Il ragazzo dopo essere entrato in sedia a rotelle nel confessionale, ne è uscito sulle proprie gambe, grazie a dei tutori, che gli permettono di stare in piedi. Manuel ha poi cominciato a girare per la casa utilizzando un girello e la forza delle sue braccia.

Il ragazzo è stato scortato da Alex Belli e Aldo Montano ed è subito balzato al centro dell’attenzione. Katia Ricciarelli ha scherzato: “Ma è un nuovo concorrente?”, mentre Alex Belli ha sottolineato l’altezza del ragazzo, ben 193 cm.

Per la prima volta Manuel è riuscito a guardare i suoi compagni negli occhi, anzi dall’alto verso il basso in molti casi. Lulù Selassié, che in queste settimane si è avvicinato molto al ragazzo, ha cercato di abbracciarlo, suscitando l’ilarità di Soleil Sorge: “E adesso come farai a dargli i bacini?”.

L’obiettivo di Manuel Bortuzzo: tornare a camminare entro 10 anni

Sin dai primi momenti dopo l’agguato, Manuel ha sempre sperato di poter un giorno tornare a camminare. Poche settimane dopo la terribile diagnosi di lesione al midollo spinale, il ragazzo era tornato in piscina nella clinica di riabilitazione Santa Lucia di Roma e dieci mesi dopo era ritornato alla guida dell’auto, ovviamente adattata per le sue necessità.

I suoi progressi giornalieri sono finiti in un libro dal titolo Rinascere, in cui Manuel racconta che il suo sogno non è quello di partecipare alle Paralimpiadi, ma di tornare a camminare sulle proprie gambe, dandosi 10 anni di tempo.