Autore: B.A

Governo

Governo post regionali, tre scenari unico risultato, il Conte bis al capolinea?

Renzi, leader di Italia Viva da per finito il governo Conte dopo le elezioni regionali

Elezioni regionali ago della bilancia per il governo Conte, sono molti a pensarlo. In base al risultato elettorale la tenuta dell’esecutivo sarà messa a dura prova. Anche l’ex Premier Matteo Renzi considera il governo Conte finito. E secondo il leader di Italia Viva comunque vadano le elezioni, il governo deve cambiare, ma senza nuove elezioni. Si perché la legislatura deve andare avanti, con un rimpasto, ma deve andare avanti.

Per Renzi questo governo è finito

Sul quotidiano «Repubblica» vengono riportate alcune indiscrezioni che riguardano ciò che Renzi avrebbe in mente per il post elezioni regionali del 20 e 21 settembre. In sostanza, dalla nuova tornata elettorale potrebbero emergere tre risultati relativi al PD e tre scenari di governo. In tutti e tre questi casi, il Premier non sarebbe più Giuseppe Conte e il governo non sarebbe più lo stesso.

Secondo Renzi, il nuovo esecutivo non uscirà in nessun caso da nuove elezioni, perché piuttosto servirà un nuovo accordo politico. Come dire, nuovo rimpasto. Nelle ultime ore sembra che il segretario del PD Nicola Zingaretti si sia dichiarato piuttosto preoccupato in vista delle elezioni regionali che ormai sono prossime.

È evidente che ci sia la paura che il centrodestra faccia manbassa, nonostante Dario Franceschini (Ministro dei Beni Culturali ed esponente di spicco PD), abbia smorzato i toni. Infatti il Ministro Franceschini ha dichiarato che non ci potrà mai essere un nuovo governo che fuoriesca da un altro accordo politico. Come dire che o si va avanti così o nuove elezioni. Esattamente ciò che Renzi vorrebbe evitare.

Leggi anche: Sondaggi elettorali settembre 2020 per le elezioni Politiche

I tre possibili scenari delle regionali

Il centrodestra si sa, è favorito sia alle regionali che alle ipotetiche nuove elezioni politiche. Alle regionali, Campania e Toscana sono quelle dove il PD può difendersi bene. Se invece il PD uscisse bene dalle regionali, salvando la pelle un po’ ovunque, secondo Renzi la via del rimpasto sarebbe quella opportuna, con il tirare dentro la squadra di governo. Segretario Zingaretti che sarebbe cosa giusta.

Nel caso in cui il PD vincesse sia in Campania che in Toscana, per Renzi l’attuale Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, dovrebbe rassegnare le dimissioni da Premier, con la maggioranza attuale che dovrebbe restare intatta, ma cambiando Premier.

E poi c’è lo scenario drammatico per il PD, cioè quello in cui i Dem perdano anche Campania e Toscana, o che ne mantengano solo una delle due. In questo caso la fine dell’attuale Governo e dell’attuale maggioranza sarebbe inevitabile. E per Renzi, che come dicevamo, di elezioni non vuol sentire parlare, la via sarebbe quella di un governo Draghi, un esecutivo di larghe intese o di unità nazionale con Premier l’ex governatore della Banca Centrale Europea, Mario Draghi.