Autore: Giacomo Mazzarella

Follia in provincia di Livorno: un ragazzo uccide gatto e lo cucina in strada

A Campiglia Marittima in extracomunitario si è reso responsabile del terribile gesto.

I passanti e chi ha visto la scena sono rimasti senza dubbio sconcertati da quello che è accaduto ieri in Provincia di Livorno. Siamo a Campiglia Marittima, dove un giovane extracomunitario, in base alle testimonianze di chi ha assistito alla scena, avrebbe ucciso un gatto e lo avrebbe cucinato in strada.

Una scena raccapricciante, con qualcuno che ha girato anche un video che inevitabilmente è finito in rete diventando presto virale. Sono dovuti intervenire i carabinieri per verificare l’accaduto e per eliminare quello scempio dalla strada, conducendo in caserma il folle extracomunitario.

Un ragazzo cucina un gatto in strada

Uccide un gatto e lo cucina in strada, questo ciò che hanno riportato molti media e molti quotidiani, tanto nazionali che locali. La vicenda riguarda un giovane di 21 anni, sembrerebbe di nazionalità ivoriana. Sarebbe stato lui il responsabile del folle gesto. Il ragazzo della Costa d’Avorio, avrebbe prima ucciso un gatto e poi li avrebbe cucinato. Il tutto in strada, alla luce del sole, perfettamente visibile da passanti e curiosi, tanto è vero che in rete girerebbero foto e video di tutta la scena.

Adesso punizione esemplare

Nel video che sta spopolando in rete, si vede una donna che si indigna per quanto sta facendo il giovane africano. Proprio gli spettatori della scena hanno denunciato l’accaduto, chiamando i carabinieri che sono prontamente intervenuti. Sono stati i carabinieri della stazione di Campiglia Marittima, in provincia di Livorno, ad intervenire arrestando il giovane ivoriano.

Gli uomini dell’arma, appena arrivati sul posto, hanno trovato il giovane africano ancora intento ad arrostire, su un marciapiede, l’animale. I carabinieri hanno trovato quindi il giovane che come nulla fosse, stava proseguendo nella sua opera. I carabinieri hanno arrestato il giovane e fatto rimuovere da una fitta specializzata in bonifiche ambientali, la carcassa abbrustolita del gatto.

Il giovane straniero è stato denunciato e dai controlli sembra che l’ivoriano fosse illegale in Italia. Infatti pare che il 21enne adesso sia in attesa del responso di un ricorso dopo che gli era stato negato lo status di rifugiato politico.

I commenti sull’accaduto

Il sindaco di Campiglia Marittima, Alberta Ticciati, naturalmente infornata dell’accaduto si è detta sconcertata ed inorridita da ciò che ha fatto il ragazzo, ed ha assicurato la cittadinanza che fatti del genere non si ripeteranno e soprattutto che non resteranno impuniti.

Commenti sono arrivati anche dalla candidata del centrodestra alle prossime elezioni regionali, Susanna Ceccardi, che ha dichiarato che la Toscana non è il mercato degli animali di Wuhan, collegando l’accaduto a ciò che succede in Cina, dove c’è un discusso mercato dove si vendono cani da abbattere e cucinare, come tradizione cinese vuole. Proprio la candidata del centrodestra adesso auspica che il responsabile del gesto, venga severamente punito. Serve una punizione