Autore: Liliana Terlizzi

Sanremo

Fedez travolto dalle polemiche per la partecipazione a Sanremo: la replica

Il rapper ha risposto ai tanti utenti che lo hanno accusato di essere incoerente per delle dichiarazioni fatte nel 2017

I social hanno un’ottima memoria: basta una dichiarazione fatta anni fa, magari anche distrattamente, per scatenare una polemica. Lo sa bene Fedez che in queste ore è stato sommerso di commenti da parte dei suoi followers che gli hanno ricordato un’intervista del 2017, rilasciata durante il tour promozionale dell’album Comunisti col Rolex, durante la quale aveva scimmiottato gli artisti che si esibiscono a Sanremo.

Il rapper è stato accusato di incoerenza visto che, in coppia con Francesca Michielin, sarà uno dei 26 big in gara del prossimo Festival. A mettere un pò di pepe alla sua prima volta sul palco di Sanremo è stato il profilo Instagram VeryInutilPeople che ha scavato nei meandri del web ritirando fuori delle dichiarazioni fatte quasi quattro anni fa: "Magari sarà brutto da dire, però a Sanremo uno ci va quando le cose non vanno bene, discograficamente è così" aveva affermato il marito di Chiara Ferragni.

Fedez replica alle polemiche

La risposta di Fedez non è tardata ad arrivare:“Coerenza? Io ho fatto un sacco di cose incoerenti, non credo che la coerenza sia una virtù" ha ammesso il rapper su Twitch.

"Come diceva Prezzolini, credo che la coerenza sia la virtù degli imbecilli. Detto questo, credo comunque che quella mia affermazione sia coerentissima. Io ho detto che a Sanremo ci si va se abbiamo problemi discograficamente. E beh raga, siamo nel 2021, un anno con più problemi di questi per la musica non esiste. I concerti non si possono fare, in pubblico non si può cantare: Sanremo è l’unico palco dove un artista può cantare!”.

Fedez e i cambiamenti avvenuti a Sanremo negli ultimi anni

Fedez ha poi aggiunto: “Quelle cose le ho dette anni fa, nel frattempo le cose sono cambiate tantissimo dall’arrivo di Mahmood. Avete visto il cast di quest’anno? Ci sono i Coma_Cose che sono la cosa più figa degli ultimi cinque anni! Non voglio dire che sono stato coerente, perché io sono sempre stato incoerente. Ma in questo caso ci sta tutto: Quest’anno ci sono davvero problemi discografici. La coerenza fine a se stessa si chiama orgoglio, io sono per l’incoerenza”.