Esenzione Canone Rai, scadenza entro 30 aprile, domanda e rimborsi

Esenzione Canone Rai, scadenza entro 30 aprile, domanda e rimborsi

Sta per scadere la possibilità di presentare richiesta di esenzione del Canone Rai per i cittadini che vogliono beneficiarne nel secondo semestre.

Sta per arrivare la data ultima entro al quale presentare domanda di esenzione del Canone Rai. Si tratta di una richiesta che riguarda i contribuenti che hanno oltre 75 anni di età e che si trovano in determinate condizioni reddituali. La domanda va presentata al fine di ottenere il beneficio per il secondo semestre dell’anno.

Il Canone Rai come sappiamo si paga in bolletta per l’energia elettrica in rate mensili da 9 euro l’una. Senza la presentazione della domanda il Canone Rai continuerebbe ad essere addebitato insieme ai consumi dell’energia elettrica a prescindere dall’Operatore anche se nella bolletta è specificato l’importo per il balzello.

Agli over 75 spetta l’esenzione dal pagamento del Canone Rai e se spettante l’esenzione, anche nel caso in cui si è provveduto a pagarlo c’è la possibilità di ottenere il relativo rimborso.

Esenzione Canone Rai, come ottenerla?

Come dicevamo l’esenzione spetta ai cittadini che hanno compiuto 75 anni. Ma l’età non è certamente l’unico requisito utile a fruire dell’esenzione. Infatti serve anche:

  • Un reddito annuo cumulato eventualmente con il proprio coniuge che non sia superiore ad 8.000 euro;
  • Nessun ulteriore componente della famiglia se convivente, deve avere reddito proprio.

Naturalmente parlando di persone anziane, il convivente privo di redito proprio come requisito ostativo della concessione del benefit non può in nessun caso essere la badante in servizio dal momento che pur avendo reddito proprio e pur essendo convivente con l’anziano, non va considerata.

Come presentare domanda di esonero del Canone Rai

La domanda va presentata sotto forma di autocertificazione e vanno utilizzati i modelli prestabiliti. Le modalità di invio ammesse sono sostanzialmente due , quella classica tramite posta ordinaria e quella tramite Posta Elettronica Certificata. Per la raccomandata occorre prestare attenzione al fatto che occorre utilizzare la formula del plico senza busta.

Sul sito Istituzionale dell’Agenzia delle Entrate ci sono i moduli da scaricare e da compilare, moduli che comunque sono disponibili anche presso le strutture territoriali del Fisco. Sul portale dell’Agenzia delle Entrate si legge che «i cittadini che hanno compiuto 75 anni e hanno un reddito annuo, proprio e del coniuge, che non supera gli 8.000 euro e che non convivono con titolari di un reddito proprio, ad eccezione di collaboratori domestici, colf e badanti, hanno diritto a beneficiare dell’esenzione del Canone RAI per over 75».

Nella richiesta in autocertificazione si deve dichiarare la sussistenza dei requisiti per essere esonerati dal pagamento. L’esonero vale per il secondo semestre dell’anno e pertanto riguarda quanti non hanno provveduto, nonostante ne avessero diritto, a inoltrare richiesta entro la scadenza del 31 gennaio, quella utile ad essere esonerati tutto l’anno.

L’esenzione per il secondo semestre vale pure per quanti hanno compiuto i 75 anni successivamente alla data del 31 gennaio 2021. Coloro i quali hanno pagato il canone Rai pur essendo in possesso dei requisiti di esonero previsti dalla normativa vigente, possono chiederne il rimborso mediante il modello per la richiesta di rimborso che contiene anche la dichiarazione sostitutiva attestante la sussistenza delle condizioni e dei requisiti che danno diritto all’esonero.