Emilio Fede ricoverato al San Raffaele di Milano: è in gravi condizioni

Emilio Fede ricoverato «in condizioni critiche» al San Raffaele di Milano

Emilio Fede si trova ricoverato al San Raffaele di Milano, le sue condizioni sono molto critiche. Lo scorso dicembre l’ex giornalista e direttore del Tg4 era risultato positivo al Coronavirus.

Emilio Fede ricoverato in ospedale: come sta

Quando ha scoperto la sua positività al Covid, è stato ricoverato nel residence dell’Ospedale del Mare di Napoli dopo un periodo di isolamento trascorso in un hotel. Lo scorso 28 dicembre aveva condiviso sui social una foto insieme ai medici e gli infermieri che si stavano prendendo cura di lui, subito dopo ha continuato ad aggiornare i suoi fan e followers su Instagram sulle sue condizioni di salute.

Sembrava essersi ripreso, ma oggi arriva questa notizia. Il Messaggero riporta che le condizioni dell’ex giornalista sono peggiorate e per tale motivo è stato necessario un nuovo ricovero.

Stando a chi lo assiste, le condizioni di salute di Emilio Fede sono definite critiche, il suo fisico sarebbe "provato". Al momento dall’ospedale non trapelano ulteriori notizie e non sarebbero in programma i bollettini.

A giugno era stato arrestato per violazione dei domiciliari

Un periodo non facile per Emilio Fede, lo scorso giugno è stato arrestato a Napoli per violazione dei domiciliari. Nel corso della sua lunga carriera nel mondo della tv e in quello giornalistico, Fede ha diretto varie testate come il Tg1, per poi essere uno dei volti di punta nelle reti Mediaset di Silvio Berlusconi.

È stato prima conduttore di Studio Aperto su Italia 1 e poi è passato su Rete 4 per condurre il Tg4. Dopo un addio turbolento da Mediaset da cui è stato licenziato, Emilio Fede ha dovuto affrontare alcuni problemi giudiziari. È stato implicato e poi condannato definitivamente a 4 anni e 7 per favoreggiamento della prostituzione nel caso "Ruby" e implicato in un altro processo che riguardava un presunto ricatto a luci rosse dei vertici Mediaset.

Le porte del carcere per lui sono rimaste chiuse e stava scontando la sua pena ai domiciliari a causa dell’età. Ma a giugno dello scorso anno è stato arrestato per evasione a Napoli. Era andato a festeggiare il compleanno con sua moglie sul lungomare.

Lo scorso settembre aveva annunciato di aver deciso di vivere nel capoluogo campano: “Vivrò là il resto della mia vita con mia moglie e con una popolazione straordinaria”. Ed infatti era arrivata la decisione del Tribunale di sorveglianza di Milano che gli ha concesso un affidamento in prova ai servizi sociali, per espiare i quasi quattro anni rimasti di pena per il caso ‘Ruby bis’.

Aveva già trascorso circa un anno in detenzione domiciliare. Il 30 marzo la Cassazione invece ha confermato la condanna per tentata estorsione nell’ambito del processo per il fotoricatto nei confronti del direttore generale dell’informazione di Mediaset, Maurizio Crippa, che il 28 marzo del 2012 decise il licenziamento di Emilio Fede dopo alcune vicende legate al caso ‘Ruby’.