Autore: B.A

26
Gen

È morto Kobe Bryant, schianto in elicottero!

La leggenda NBA morto tragicamente durante un volo con il suo elicottero privato.

Kobe Bryant, la leggenda del basket professionistico NBA è morto a 41 anni. Lo riporta l’agenzia americana TMZ e in Italia, la Gazzetta dello Sport. Un tragico schianto con il suo elicottero privato ha tolto la vita ad uno dei più grandi cestisti di tutti i tempi.
Se ne va un autentico fenomeno della pallacanestro mondiale, uno dei più grandi di sempre. Più volte campione NBA, stella che ha giocato sempre con i Los Angeles Lakers (che hanno anche ritirato la sua maglia n° 24, appesa adesso allo Staples Center si Los Angeles).

Bryant è morto in un incidente in elicottero

Addio a Kobe Bryant, questa la terribile notizia che ha scosso il mondo intero, sportivo e nin. Per il figlio di Joe Bryant, anche lui cestista che ha giocato per molti anni nella serie A italiana di pallacanestro, fatale un incidente con l’elicottero. La leggenda Nba muore a 41 anni, schiantandosi al suolo con il velivolo che ha preso fuoco dopo l’impatto e che ha reso impossibili e vani qualsiasi interventi di salvataggio.

L’ex stella dei Los Angeles Lakers è morto dopo essere precipitato con il suo elicottero che aveva a bordo altre tre persone. Dalle prime indiscrezioni sembra che a bordo dell’elicottero e quindi tra le vittime non ci fossero altri perenti di Bryant, ma solo amici. Una tragica fatalità ha tolto la vita al quarto realizzatore più prolifico della storia della NBA, una leggenda. Proprio ieri sera LeBron James lo aveva scavalcato al terzo posto in questa classifica (secondo Karl Malone e primo Kareem Abdul Jabbar). E proprio in mattinata, Kobe si era complimentato con LeBron James per questo record.

Cosa si sa dell’incidente in elicottero

L’ex stella della Nba e dei Los Angeles Lakers, Kobe Bryant è morto a 41 anni dopo un incidente in elicottero a Calabasas, nel distretto californiano di Los Angeles. Il velivolo, come riportato dalla Gazzetta dello Sport, si sarebbe schiantato al suolo intorno alle 19 italiane e avrebbe preso fuoco, provocando la morte dell’ex cestista e di altre persone che erano con lui sul velivolo. Una tragica morte che ricorda l’incidente con cui perse la vita un altro grande cestista, Drazen Petrovic. Kobe Bryant, 5 anelli con i Los Angeles Lakers, giocatore All Star e più volte MVP, era nato negli Stati Uniti d’America, ma aveva passato gran parte della sua infanzia in Italia, al seguito del padre. Una cosa che si ricorda di Kobe è che parlava fluentemente italiani e che era grande tifoso del Milan. Se verrà confermata la notizia che l’incidente aereo non ha coinvolto altri parenti di Kobe Bryant, l’ex stella della pallacanestro mondiale, per molti secondo solo a Michael Jordan, lascia moglie e quattro figlie.