Denise Pipitone, siamo vicini ad una svolta? La ragazza russa potrebbe essere lei

Denise Pipitone è viva? Svolta a Chi L’ha visto: cosa sappiamo della ragazza russa che somiglia a Piera Maggio

Si accende la speranza per Piera Maggio, la mamma siciliana che da 17 anni lotta per ritrovare la sua Denise, scomparsa da Mazara del Vallo quando aveva solo 4 anni. In tutti questi anni sono stati tanti gli avvistamenti che poi si sono rivelati falsi. Fino ad oggi, della piccola poi divenuta donna, non si sa nulla. Ma in queste ore il suo caso è ritornato alla ribalta dopo l’appello di una ragazza russa somigliante proprio a Piera Maggio.

Denise Pipitone è viva? L’appello della ragazza russa e la somiglianza a Piera Maggio

Una ragazza in Russia ha fatto un appello in tv dicendo di essere stata rapita quando era piccola ed ora cerca la sua madre biologica. Guardando il video che circola in rete, è tantissima la somiglianza con Piera Maggio.

A parlarne per prima è stata la conduttrice di Chi l’ha Visto, Federica Sciarelli. Oggi andrà in onda la puntata alle 21.20 su Rai3 e mostrerà l’appello della ragazza. La conduttrice all’Ansa ha dichiarato: «Sarebbe troppo bello, un regalo enorme».

Poi ha spiegato che la segnalazione è nata quasi per caso. Una telespettatrice del programma ha riferito che a Mosca una giovane donna che ha la stessa età di Denise, ha lanciato un appello per ritrovare la sua mamma biologica. Ha affermato di essere stata rapita quando era piccola e non si può non notare una somiglianza alla mamma siciliana.

Forse è solo suggestione ma ci sono anche le coincidenze temporali. Federica Sciarelli racconta che la ’bambina russa’ fu trovata nel 2005 in un campo e non sapendo chi sia la sua vera madre, ha chiesto aiuto ad una trasmissione russa per mostrare il suo volto e lanciare un appello alla sua famiglia. «Ora vanno fatte tutte le verifiche: occorre avere pazienza ed essere scrupolosi».

Piera Maggio sulla sua pagina Facebook ha pubblicato un post: "In merito alle ultime notizie, rimaniamo con I piedi ben saldati a terra. Chiediamo ulteriori verifiche attraverso il DNA. RINGRAZIAMO TUTTI per la vicinanza. Piera Maggio & Pietro Pulizzi #CerchiamoDenise".

La scomparsa di Denise Pipitone

Intorno a mezzogiorno dell’1 settembre del 2004, la piccola Denise che non aveva compiuto ancora quattro anni, giocava in strada con i cuginetti, proprio a pochi metri dalla casa della zia materna e quella della nonna che stava preparando il pranzo. Denise si trovava esattamente in via la Bruna, mancavano 15 minuti alle 12.00, questa è l’ultima volta che qualcuno la vede.

Iniziano le ricerche, tutta Italia parla di Denise e si mobilita anche la trasmissione Chi l’ha visto?. Arrivano tante segnalazioni ma della piccola nulla. Il 18 ottobre del 2004, una guardia giurata in servizio per un istituto di vigilanza, lancia una segnalazione dicendo di aver visto un gruppo di nomadi con dei bambini vicino alla banca di Milano.

Tra questi bimbi, una somigliava in modo impressionante a Denise. Vengono diffusi i video delle telecamere di videosorveglianza che mostrano una bimba molto simile a Denise Pipitone che chiede ad una donna, forse la mamma, «dove mi porti?».

La donna la chiama "Danas". Piera Maggio sembra riconoscere in quella bimba la sua figlia, ma mentre gli investigatori cercano di trovarli nella zona segnalata, i nomadi spariscono. Da quel momento sono stati tanti gli avvistamenti ed oggi potrebbe esserci una svolta.