Denise Pipitone, il mistero della telefonata di Anna Corona e la testimonianza di un anziano

È ancora giallo sulla scomparsa di Denise Pipitone, la strana telefonata di Anna Corona e la testimonianza: «Era in braccio a mio nipote»

Da settimane ormai si continua a parlare del giallo sulla scomparsa di Denise Pipitone, la piccola scomparsa nel 2004 da Mazara del Vallo in Sicilia. Sono passati ben 17 anni da quel giorno ed ancora oggi sono tanti i dubbi sulla sua sparizione. In questi ultimi giorni emergono nuovi elementi e personaggi che potrebbero aiutare a riaprire il caso e sciogliere i nodi di questa travagliata vicenda.

Denise Pipitone, è ancora giallo sulla sua scomparsa

Fin da subito le attenzioni si sono concentrate sull’ex moglie del papà di Denise, Anna Corona. Nella puntata di oggi 28 aprile di Mattino Cinque, condotto da Federica Panicucci, la conduttrice ha ricordato una chiamata avvenuta nel giorno della scomparsa della piccola tra Anna e sua madre.

L’ex moglie di Piero Pulizzi l’ha chiamata da un capannone di una falegnameria e nel corso della conversazione, avrebbe detto a sua madre di mettere in allerta le sue figlie, Jessica e Alice, perché stava succedendo qualcosa di molto grave.

La telefonata è partita alle ore 12.17 proprio l’1 settembre del 2004, il giorno della scomparsa della figlia di Piera Maggio. Denise scompare verso le ore 11.45 ma mamma Piera viene informata intorno alle ore 12.30.

La mamma di Anna agli inquirenti ha riferito di aver sentito la figlia per telefono e per quello che ne sapeva lei, sua figlia era rimasta nell’albergo dove lavorava fino alle ore 15.30.

Non è chiaro ancora il motivo di quella telefonata, né perché risultava in quel capannone ma ora si aggiunge un altro elemento: la testimonianza di un signore anziano.

Si chiama Battista dalla Chiave, è sordomuto e lavorava proprio nella falegnameria da cui Anna Corona avrebbe chiamato la mamma. I tabulati telefonici confermano proprio che la chiamata è partita dal capannone verso il numero di cellulare della signora.

L’anziano uomo, ormai scomparso, avrebbe raccontato che suo nipote Peppe aveva in braccio una bambina avvolta in una coperta mentre si trovava in sella al suo scooter.

Secondo questa testimonianza, quella bambina in braccio sarebbe proprio Denise Pipitone. Ma questa pista non è stata considerata nelle indagini, ora però si sta cercando di capire se seguirla o meno. Questo signore, tralaltro, sarebbe stato il marito di un’amica di Anna Corona.

Nuovi documenti inediti a Chi l’ha Visto?, appuntamento a stasera

La scorsa settimana Piera Maggio è intervenuta nella trasmissione di Rai 3 condotta da Federica Sciarelli affermando ancora una volta che questa vicenda è caratterizzata da un mucchio di bugie, fin dal giorno della scomparsa di sua figlia.

«Quello che in tutta questa vicenda si è potuto notare è che ci sono troppe lacune, coincidenze, depistaggi, non si è capito veramente più nulla poi con l’andare del tempo. Le cose anziché migliorare sono peggiorate ancor di più», aveva detto mamma Piera. È intervenuta anche nella puntata di Quarto Grado sostenendo che quella bambina avvistata da una guardia giurata a Milano nell’ottobre del 2004, era Denise.

Grazie al video girato dal testimone, si può notare che la bambina ha una forte somiglianza con Denise ma anche l’accento che pare essere proprio siciliano. Questa sera nella puntata di Chi l’ha Visto? verranno diffusi nuovi documenti inediti.