Autore: Carmine Orlando

INPS

20
Mag

Decreto Rilancio pubblicato: bonus 600 euro aprile, bonus 1000 euro maggio. A chi spetta e quando

Scopriamo a chi spetta il bonus 600 euro per aprile e a chi il bonus 1000 euro per maggio che non è per tutti. Ecco le tempisitiche di erogazione.

Il decreto Rilancio è stato finalmente pubblicato in Gazzetta Ufficiale nella notte tra il 19 e 20 maggio 2020. Vediamo a chi tocca il bonus 600 euro ad aprile e il bonus 1000 euro per maggio. Ma anche quando sarà erogato e nel caso di quest’ultimo, chi sono gli esclusi.

Bonus 600 euro aprile 2020: a chi spetta?

Il bonus 600 euro per aprile viene automaticamente rinnovato a coloro che ne hanno già usufruito a marzo 2020, per cui non ci sarà bisogno di fare una nuova domanda all’INPS. L’erogazione, promette il governo, dovrebbe arrivare tra mercoledì 20 e venerdì 22 maggio. Ricordiamo che questo bonus riguarda i professionisti non iscritti ai vari ordini, ai co.co.co in gestione separata, artigiani, commercianti, coltivatori diretti, stagionali del turismo e degli stabilimenti termali, lavoratori dello spettacolo e agricoli.

Bonus 1000 euro maggio 2020: a chi spetta?

Il bonus 600 euro per aprile, diventa bonus 1000 euro per maggio, ma vediamo a chi spetta. I beneficiari saranno i liberi professionisti titolari di Partita Iva che hanno perso almeno il 33% del reddito nel bimestre marzo-aprile 2020 rispetto allo stesso periodo 2019, ma anche ai co.co.co che hanno cessato il rapporto di lavoro alla data del decreto Rilancio. In questo caso sarà necessario effettuare una nuova domanda all’INPS per dimostrare di essere in possesso di tutti i requisiti necessari.

L’erogazione del bonus 1000 euro per maggio, avverrà presumibilmente nel mese di giugno 2020, seguendo lo schema dei precedenti bonus da 600 euro ricevuti ad aprile per marzo e in questi giorni per aprile.

Bonus 1000 euro maggio: gli esclusi

Non riceveranno il bonus 1000 euro per maggio, gli artigiani, i commercianti e i coltivatori diretti che pur hanno avuto accesso ai bonus 600 euro per marzo e aprile. Questo, perchè essi possono usufruire dei contributi a fondo perduto previsti dal decreto Rilancio anche per le società di persone e capitali.