Autore: Angelo Tropeano

Bitcoin

15
Ott

Cryptovalute: dove investire e quali sono le migliori sul mercato digitale

Lista aggiornata delle più importanti cryptovalute sul mercato

Con il termine criptovaluta si intende una moneta digitale crittografata a mezzo della quale è possibile effettuare tutte le operazioni economico/contabili consentite dalle monete tradizionali.

La sicurezza delle monete digitali viene assicurata da tecniche di cifratura che consentono di decifrare i dati in esse contenuti solo a coloro che possiedono le chiavi di decodifica.

Oltre che per ragioni di garanzia, la crittografia viene utilizzata per la creazione di nuova moneta attraverso un’operazione che prende il nome di Mining.

In quale criptovaluta investire?

La più celebre tra le criptovalute è il Bitcoin, in seguito al quale sono poi emerse molte altre monete alternative (c.d. Altcoins) che, pur presentando elevati potenziali, non risultano ancora regolamentate.

E’ bene che chi intenda investire nelle monete digitali impegni, quanto meno in una fase iniziale, solo una cifra modesta in considerazione delle frequenti oscillazioni di questo genere di mercato. E’ inoltre saggio puntare alle monete in grado di offrire garanzie di stabilità.

Va subito sgomberato il campo da ogni dubbio. Anche nel 2019 il Bitcoin (BTC) rimane la miglior moneta digitale su cui investire. Valide criptovalute sono anche Ethereum (ETH) e Litecoin (LCT). Cerchiamo di capire perchè.

Principale altcoin scambiata su IQ Option (la maggiore piattaforma per l’acquisto e la vendita di monete digitali), il Bitcoin è un investimento consigliato in primis perché è la moneta che presenta i maggiori livelli di crescita costante nel tempo.

Una valuta indipendente (non soggiace ad alcun sistema di controllo, con conseguente anonimato delle operazioni), del valore attuale di 3.500,00 euro, potenzialmene capace di assicurare agli investitori più esperti un guadagno di oltre il 2,5% del capitale.

Altra ottima criptovaluta su cui puntare è Ethereum, dotata di una stabilità maggiore di numerose altre sue colleghe. Ciò grazie al fatto che Ethereum segue il trend di crescita del mercato digitale senza tuttavia patire svalutazioni eccessive nei momenti più negativi per l’economia digitale globale.

Ancora, Litecoin, nata nel 2011, pur avendo ancora un valore tutto sommato basso se paragonato a quello del Bitcoin, è un’ulteriore buona criptomoneta su cui fare affidamento in quanto si è dimostrata capace, fino ad oggi, di tenere testa alle oscillazioni del mercato senza subire eccessive ripercussioni negative in termini di valore.

Un cenno merita poi il Bitcoin Cash (BCH), costola del Bitcoin, se non altro per l’impennata del suo valore seguita all’ingresso su CoinBase, piattaforma californiana di scambio di beni digitali.

Trattandosi di una moneta dal forte potenziale ma tutto sommato nuova sul mercato e soggetta a veloci oscillazioni, gli esperti sconsigliano per il momento l’effettuazione di ingenti investimenti.

Altre criptovalute oggi presenti sul mercato digitale e oggetto di interesse da parte degli investitori sono:

Ripple (XRP), network per il trasferimento di fondi in tempo reale;
Zcoin (XZC), criptovaluta focalizzata su privacy e anonimato delle
transazioni;
Ethereum Classic (ETC), oggi dotata di sistemi di sicurezza all’avanguardia dopo alcuni attacchi hacker subiti in passato;
Monero (XMR), incentrata su tutela dei dati digitali, fungibilità e decentralizzazione;
Zcash (ZEC), grazie alla quale i pagamenti vengono pubblicati su una blockchain pubblica (blocfkchain è il contenitore di tutti i dati di scambio) mentre il valore della transazione e i soggetti coinvolti nell’operazione rimangono privati;
Dash (DASH), moneta digitale dotata di un’alta capitalizzazione, particolarmente adatta per chi vuole differenziare i propri investimenti sul mercato.

Si aspetta una forte crescita delle criptovalute nei prossimi anni

Sebbene molti storcano il naso quando si parla di moneta digitale (e ciò, ammettiamolo, principalmente per mancanza di conoscenza), vi sono tutte le premesse perchè il 2019 e, ancora di più, gli anni a venire vedano un vero e proprio boom delle criptovalute.

Su tutto, basti pensare che il crowdfunding sta letteralmente spopolando nel mondo delle c.d. monete alternative. Ciò riguarda soprattutto Bitcoin ed Ethereum, con conseguente prospettiva di un’impennata della loro capitalizzazione di mercato. Ma vi è di più.

Le criptovalute vengono ormai accettate dai servizi di Money Transfer quali Western Union e, a parere di molti esperti, non passerà molto tempo prima che le monete digitali, verso le quali oggi mostrano interesse anche gli investitori istituzionali come Morgan Stanley, vengano regolamentate dai governi dei diversi paesi. In tale direzione si stanno già muovendo Regno Unito, Germania, Russia, Cina, Venezuela ed Emirati Arabi Uniti.