Crisi governo, Meloni su mandato esplorativo a Fico: «Scelta politica, da parte del capo dello Stato»

Crisi governo, Meloni su mandato esplorativo a Fico: «Scelta politica, da parte del capo dello Stato»

Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, in un’intervista rilasciata a Repubblica ha offerto il suo punto di vista sul momento della crisi governativa e delle sue possibili soluzioni.

Il mandato esplorativo che il presidente della Repubblica ha conferito a Roberto Fico ha portato al giro di consultazioni che stanno avendo luogo in questi giorni. L’obiettivo del presidente della Camera è ravvisare se ci sono i margini affinché l’attuale composizione del Parlamento consenta la formazione di una maggioranza in grado di sostenere il lavoro di un governo Conte ter.

Poco dopo le 16 di domenica è stato lo stesso Fico ad annunciare il fatto che sia emersa la volontà «delle forze politiche a procedere con il confronto su punti temi e programmatici». Nella stessa giornata è apparsa su Repubblica un’intervista in cui Giorgia Meloni non ha manifestato grande approvazione rispetto alla scelta di conferire il mandato esplorativo al presidente della Camera, nonché esponente de Movimento 5 Stelle.

Crisi di governo, Meloni cita l’articolo 88

Alla leader di Fratelli d’Italia è stato, in particolare, chiesto di esprimere un giudizio rispetto alla scelta di Mattarella di incaricare la terza carica dello Stato in un mandato esplorativo. «Mi pare - ha detto Giorgia Meloni - che si sia trattato di una scelta politica, da parte del capo dello Stato, che un ampio ventaglio di possibilità, incluso lo scioglimento delle Camere previsto dall’articolo 88 della Costituzione».

L’idea di Giorgia Meloni è che dare la parola agli italiani con le elezioni rappresenterebbe la «più responsabile» delle soluzioni possibili alla crisi di governo in atto. Opinione che nasce dalla constatazione, riferita nell’intervista, secondo cui c’è il rischio che, a suo avviso, nasca un esecutivo che finisca per peccare di debolezza più di quelli passati. E, a margine della considerazione, Giorgia Meloni ha specificato come da loro fosse stato proposto il nome della presidente del Senato, come possibile incaricata del mandato esplorativo.

Governo: Meloni chiarisce il punto di vista su ipotesi come Draghi premier

Il riferimento va a Maria Elisabetta Alberti Casellati che, però, è esponente di Forza Italia che si sarebbe trovata a dover mediare rispetto alla possibilità di ricomporre forse l’unico vero governo politico possibile con questo Parlamento: quello a base Movimento 5 Stelle e Pd con Italia Viva o al massimo i responsabili. «Se quello - ha sottolineato Giorgia Meloni all’intervistatore - è l’obiettivo, rimettere insieme Renzi, il Pd, M5S e Leu, allora le do ragione. Ecco perché è stata una scelta politica».

Rispetto all’ipotesi che all’orizzonte possa delinearsi un governo d’unità nazionale, con una figura come Draghi premier, Giorgia Meloni non manifesta apertura ma un principio. «Ho dichiarato che dall’opposizione non farei mancare il voto di Fratelli d’Italia per i provvedimenti che servono agli italiani in tempo di Covid». Un pensiero che, se interpretato, porta ad immaginare che Fdi non sosterebbe direttamente una soluzione governativa di larghe intese, ma voterebbe a favore di proposte e riforme ritenute utili per i cittadini.

Leggi anche: Crisi governo, Conte ter o elezioni? Viene fuori anche una possibile data