Covid nel mondo: superati i 3 milioni di morti a causa del virus

Covid nel mondo: superati i 3 milioni di morti a causa del virus

Dall’inizio della pandemia, il Covid ha fatto registrare oltre 3 milioni di morti in tutto il mondo. La situazione continua a essere molto critica in numerose zone del mondo.

Nel corso della giornata di oggi verrà superata la soglia dei 3 milioni di morti nel mondo causa Coronavirus. Dall’inizio della pandemia a oggi è infatti questo il terribile bilancio di vittime che l’infezione SARS-COV-2 ha causato sommando i defunti di tutti gli Stati del mondo. In molti Paesi la situazione continua a essere tragica e il numero di nuovi contagi continua a crescere in maniera inesorabile.

Se l’Italia infatti ha in programma di riaprire le attività economiche gradualmente partendo dal 26 aprile, giorno in cui arriverà la zona gialla rafforzata, molte altre nazioni invece sono alle prese con lockdown e chiusure.

Covid: la situazione in Asia

In India sono stati registrati oltre due milioni di contagi da inizio aprile ad oggi. Nella capitale indiana, New Delhi, è stato imposto il lockdown per il fine settimana allo scopo di contenere la pandemia di Covid che continua a imperversare nella città. In India infatti si continuano a registrare ogni giorno più di 200.000 contagi al giorno.

In Giappone sta crescendo il numero di contagi e proprio per questo sono molte le voci di corridoio che parlano di un possibile annullamento delle Olimpiadi di Tokyo in programma a luglio di quest’anno. Yoshihide Suga, primo ministro giapponese, ha incontrato Joe Biden, presidente degli USA, e gli ha spiegato che il Governo giapponese sta facendo tutto il possibile per svolgere i Giochi Olimpici.

Per contenere il Covid sono state imposte chiusure anche in Bangladesh e in Pakistan.

Covid in Brasile: i decessi non calano

Il Brasile è il secondo Paese al mondo per numero di persone che hanno perso la vita a causa del Covid-19. La situazione degli ospedali continua a peggiorare e addirittura alcuni operatori sanitari hanno denunciato di aver dovuto intubare i pazienti affetti da Covid da svegli in quanto erano finiti i sedativi nelle strutture ospedaliere di Rio De Janeiro.

Nello Stato di San Paolo il numero di morti continua a crescere. Il sindaco della città più popolosa nella nazione è stato costretto a modificare la pianificazione dei funerali. Oltre ad aumentare il personale e i veicoli, sono stati aggiunti anche dei turni di notte in quattro cimiteri (nel comune ce ne sono 22 totali). In questi cimiteri infatti vengono scavate oltre 600 tombe al giorno e di conseguenza gli addetti non riuscivano a sostenere il carico di lavoro con i soli turni notturni.

Nonostante la tragica situazione, il Governo brasiliano ha annunciato la riapertura delle attività commerciali e dei luoghi di culto.

Germania: crescono i contagi

La Germania deve fare i conti con un nuovo aumento dei contagi. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati infatti 23.804 nuovi casi di contagio: a riferirlo è stato il Robert Koch Institut. I morti che il virus ha causato nelle ultime 24 ore sono invece 219.

Nel corso della giornata di ieri, la cancelliera Angela Merkel ha sostenuto nuovamente che è necessario essere molto prudenti e che per gestire la pandemia è necessario anche prendere delle decisioni forti.