Autore: Giacomo Mazzarella

Coronavirus

Covid: «in Italia qualcosa non va, più contagi e decessi nonostante le misure più severe», il parere di Malvezzi

Il docente ex Parlamentare fa uno spaccato terribile di cosa sta succedendo in Italia da inizio pandemia, con il futuro ancora peggiore dal punto di vista economico

Che l’operato del governo italiano da quando ad inizio 2020 è scoppiata la pandemia, sia al centro di polemiche è critiche è un fatto quotidiano. Sono molti gli italiani che non credono alla bontà dell’operato del governo e a volte tra questi, anche noti personaggi ed esperti in materia economica che prevedono una crisi senza precedenti per il nostro Paese.

Tra questi Valerio Malvezzi, professore universitario ed ex parlamentare eletto tra le file della Lega nel 1994. Malvezzi, che tra l’altro ha diverse rubriche sul settimanale “Panorama”, ha prodotto una sua personale visione della situazione ai microfoni della trasmissione “Un Giorno Speciale” sull’emittente radiofonica RadioRadio. E ciò che dice l’esperto non può passare inosservato.

Le parole di Valerio Malvezzi e le critiche al governo

Valerio Malvezzi, fondatore di Win the Bank e MasterBANK, personaggio di spicco anche di Sviluppo Italia e Garanzia Italia accusa il governo di fare finta di non capire cosa sta per accadere all’economia italiana.

“L’Italia è stata oggetto negli ultimi mesi di innumerevoli restrizioni, tra le più severe al mondo. Il risultato? Abbiamo un sistema economico quasi distrutto e siamo tra i paesi con i dati peggiori per contagi e decessi”, così inizia l’ex parlamentare la sua argomentazione a RadioRadio.

“L’emergenza sanitaria sta quindi per trasformarsi, se non lo ha già fatto, in un’emergenza economica. Gli aiuti messi a disposizione del Governo non sembrano assolutamente sufficienti per far fronte alle chiusure imposte da marzo a oggi”, questa la critica per un governo che secondo Malvezzi non ha capito niente o fa finta di non capire.

I dati del professore sono allarmanti

L’argomentazione di Malvezzi non è campata in aria perché il professore presenta alcuni dati in suo possesso che mettono in luce alcune problematiche che avranno impatto anche nel prossimo futuro. Dati differenziati e particolareggiati per settore produttivo, in una Italia che secondo il professore sta letteralmente andando a rotoli.

“I dati in mio possesso sono peggiori di quanto mi aspettassi. Facendo finta di niente l’anno prossimo se ne va via il 26% del nostro sistema produttivo. L’economia è già sprofondata, vi do un paio di informazioni. Se vogliamo capire il crollo di fatturato, sui dati parziali, abbiamo il -47% negli alberghi, -40% fiere e convegni, -40% parcheggi, -38% strutture ricettive, -51% viaggi. Il dato è ancora più allucinante se parliamo del calo della marginalità aziendale: -54% strutture extra-alberghiere, -83% parcheggi, -87% fiere e convegni, -87% alberghiero, -222% turismo.

Tutta questa roba vale circa il 26%”, questo lo scenario attuale presentato da Malvezzi che accusa le istituzioni italiane di sottovalutare il problema e di fare finta che tutto vada bene e che gli aiuti siano sufficienti. Critiche molto dettagliate e dirette che dovrebbero quindi far ragionare, oltre agli ascoltatori anche i rappresentanti del nostro governo. Leggi anche: Variante inglese Covid, il Governo varerà nuove misure di sicurezza? L’annuncio di Sandra Zampa